Lazio, Inzaghi: "Grave ingenuità di Milinkovic"

Share

Milinkovic perde la testa; la Lazio la partita e, forse, le ultime speranze d'Europa.

La Juventus vince anche lo scudetto della Borsa: da agosto +52%
Montella ha convocato 23 giocatori, fra questi per la prima volta il centrocampista Beloko della Primavera. La spiegazione è semplice: quando prendiamo un gol perdiamo lucidità e serenità.

Domenico Di Carlo, allenatore del ChievoVerona, dopo il successo insperato in trasferta con la Lazio è intervenuto ai microfoni di Radio Rai: "Abbiamo l'autostima a mille perché il Chievo ha sempre fatto delle ottime gare, a parte l'ultimo match col Napoli, in cui la squadra non mi è piaciuta per l'atteggiamento". Un gesto certamente istintivo ma assolutamente spoporzionato al contesto di gioco, commesso oltretutto sotto gli occhi dell'arbitro Chiffi: rosso inevitabile e Lazio in dieci per oltre un'ora. Al 49' la Lazio capitola: bellissima la prima rete in A del giovane del Chievo Vignato che salta Parolo con una finta al limite dell'area e spara una rasoiata nell'angolo alla sinistra di Strakosha. La reazione dei padroni di casa a quel punto è stata rabbiosa e ha prodotto il gol della speranza di Caicedo, ma nel finale alla squadra di Inzaghi è mancata la forza e la lucidità necessaria per riuscire quanto meno a pareggiare il risultato. Incredibile quello che succede all'Olimpico con il già retrocesso Chievo che batte per 2-1 i biancocelesti.

Share