Napoli Arsenal, Ancelotti e Callejon in conferenza stampa IN DIRETTA

Share

"Coraggio - ha spiegato - ne abbiamo avuto poco a Londra nella fase iniziale, l'intelligenza c'è stata nella seconda parte, il cuore lo mettiamo domani con una dose alta di intensità". "Sarà difficile, l'abbiamo visto già all'andata, ma lo spogliatoio ha fiducia e fame, darà tutto in campo".

"Il fatto di giocare con i tre attaccanti è una possibilità". Che le gare europee, in generale, sono imprevedibili. In una competizione da dentro e fuori basta sbagliare un periodo di una partita e sei fuori. "Nulla di nuovo, questa è la Champions". "Sfruttiamo tutti i 90', pronti ad andare anche oltre". In questo momento siamo l'unica squadra italiana in Europa e spero che lo sia anche venerdì. "Basterà? Credo di si, possiamo farcela". Servirà soprattutto tanto coraggio, che nella prima partita è venuto meno. Il binomio con il San Paolo può essere fondamentale.

- Quale sarà la strategia contro l'Arsenal? "Dipende dal gioco, se quello funziona allora dopo aumenta anche la personalità della squadra". Il tecnico Carlo Ancelotti presenta il match in conferenza stampa: "Intelligenza e cuore".

Mister, l'Ajax gioca il miglior calcio in Europa? . Giocano molto bene e sta costruendo un ciclo con giovani di grandissimo valore. E, comunque, non penso che vinceranno la Champions, magari mi sbaglierò. "Difendono in modo individuale, accettano tanti duelli, ma sono bravi proponendo un calcio propositivo". "E' chiaro che occorrono metodo, programmazione. Generalmente, io sono sempre contrario ai ritiri perché un giocatore è meglio che stia a casa piuttosto che dinanzi al pc e sui social".

In Finlandia in testa la sinistra, i populisti di estrema destra secondi
Secondo i calcoli dei media locali, ai socialdemocratici vanno 40 seggi mentre i Veri Finlandesi conquistano 39 seggi . I sovranisti sono infatti il secondo partito con il 17,3% delle preferenze.

LA VITTORIA DI VERONA - "Verona ci ha aiutato a toglierci un po' di scorie accumulate dopo Londra e la gara col Genoa".

Josè, come vivi personalmente l'attesa per questa partita storica per il Napoli? "Vivo l'atteso come se fossi in caserma". Bisogna riposare bene, mangiare bene, essere concentrati al 100% perché è molto importante per noi. Lui ha espresso il desiderio di restare, il Napoli del futuro ripartirà da lui?

"Torreira ha fatto una grande partita all'andata". Cioè è molto importante, il senso di appartenenza è il primo passo per ottenere risultati importanti. Il problema della difesa non riguarda solo i quattro difensori, ma spesso non si pressa bene in avanti e se i reparti non accompagnano si crea spazio dove è facile inserirsi. Io non posso garantire il risultato, anche i tifosi devono pretendere il massimo impegno e applicazione. "Se giocheremo bene, avremo anche più personalità". Si può pretendere il massimo impegno, massima attenzione. Tutto il resto non possiamo controllarlo, non sono un mago per dire il risultato. Pretendere è un verbo sinonimo di arroganza, sopraffazione. Dobbiamo e vogliamo tenerla aperta il più possibile. Abbiamo parlato tutti e abbiamo capito tante cose, non dirò cosa ma siamo contenti, pure il mister, di quello che è uscito.

Share