Di Maio pensa al voto e attacca Salvini: "Porti chiusi misura occasionale"

Share

Se n'è fregata dell'alt e delle indicazioni del Governo olandese di andare in Tunisia e ha messo a rischio la vita delle decine di migranti a bordo per arrivare in Italia con un gesto politico.

"Vede, chiudere un porto è una misura occasionale, risultata efficace in alcuni casi quando abbiamo dovuto scuotere l'Ue, ma è pur sempre occasionale. Funziona ora, ma di fronte a un intensificarsi della crisi non basterebbe". "Occorre pianificare e prevenire, perché la sola reazione ha i suoi limiti", ha ammonito Di Maio. Nell'inchiesta per sequestro di persona aperta dalla Procura di Catania sui presunti ritardi nello sbarco della Sea Watch nel capoluogo etneo oltre al ministro dell'Interno sono indagati anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il vice premier Luigi Di Maio e il ministro Danilo Toninelli.

Ballando batte Amici: la Carlucci si aggiudica la sfida del sabato sera
Zia Mara si è appena esibita come ballerina per una notte nel programma di Rai1 condotto da Milly Carlucci . Su Twitter le prodezze della ballerina per una notte sono state accompagnate da un tifo senza pari.

Il vicepremier pentastellato invita Salvini a "convincere Orbán e i suoi alleati in Europa ad accettare le quote di migranti che arrivano in Italia, visto che il Sud Italia è frontiera europea". "Sento tanto parlare di sovranisti, ma è troppo facile fare i sovranisti con le frontiere italiane - commenta il vicepremier -".

Lega attacca perché in difficoltà nei sondaggi - "La Lega, quando è in difficoltà nei sondaggi, mette in mezzo Roma, io non rispondo nel merito perché Roma ce l'hanno lasciata così centrodestra e centrosinistra. Non ci si può lamentare dei migranti se poi si stringono accordi con le stesse forze politiche che ci voltano le spalle". Così Di Maio e soci puntano a riaprire i porti. "C'è una crisi in corso, è vero". Anche se l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ricorda che, se queste cifre fossero confermate, non si tratterebbe comunque di un'emergenza migratoria (nel 2017 l'Italia aveva retto a un'ondata di sbarchi ancora superiore), oggi Di Maio sul Corriere chiede al suo alleato di governo delle contromisure strutturali. Se qualcuno ha cambiato idea nel governo, nei Cinquestelle, me lo dica. Fa parte della storia del nostro Paese, non possiamo fregarcene della nostra storia.

Share