Gaza lancia razzo su Tel Aviv, 7 feriti

Share

Il presidente palestinese Abu Mazen ha condannato "l'escalation israeliana nella striscia di Gaza", mentre la comunità internazionale ha censurato i lanci di razzi da Gaza, Italia compresa.

L'esercito israeliano, dopo il razzo arrivato questa mattina da Gaza, ha cominciato a chiudere le aree aperte attorno alla Striscia. I feriti sono stati tutti ricoverati nell'ospedale della città.

Champions League, la profezia di Mourinho: 'La finale sarà Juve-Barcellona'
Oltre ad avere un giocatore speciale a testa, che li rende migliori e più pronti, hanno talento ed esperienza. Vincere la terza Champions sarebbe bellissimo ma anche vincere l'Europa League non sarebbe male...".

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha deciso di anticipare il suo rientro dagli Stati Uniti a seguito dell'attacco. Prima di lasciare Washington, ha incassato il riconoscimento formale americano - siglato dal capo della Casa Bianca - della sovranità di Israele sulle Alture del Golan, occupate dopo la guerra dei Sei giorni. "Tra poche ore vedrò Trump e subito dopo tornerò immediatamente in Israele per seguire la situazione da vicino". Hamas ha detto di non avervi alcun interesse e ha chiesto un'inchiesta egiziana sul lancio dei primi razzi. Poi, insieme alle altre fazioni palestinesi come la Jihad islamica, ha avvertito che in caso di attacco "tutti gli obiettivi in Israele potranno essere colpiti dalla resistenza armata". Lo hanno sostenuto fonti interne ad Hamas, riportate dalla radio israeliana Arutz Sheva. Il razzo, dopo le sirene di allarme che hanno portato gli abitanti nei rifugi, è caduto su una casa di Mishmeret, un moshav (fattoria agricola) nella piana di Sharon, a nord est di Tel Aviv, che si trova quasi a ridosso della Cisgiordania. "Il tiro - ha detto - è stato compiuto da Hamas, da una delle rampe di lancio del gruppo". L'Onu, intanto, ha defintio il lancio come "assolutamente inaccettabile". "Si tratta di un incidente estremamente grave! - ha scritto Mladenov - L'Onu sta lavorando intensamente con l'Egitto e con tutte le parti, ma la situazione resta molto tesa". L'edificio colpito ha preso fuoco. "Non c'è giustificazione per questi attacchi terroristici".

Share