Poste Italiane: "Centrati tutti gli obiettivi per il 2018"

Share

Droni e veicoli senza conducente per consegnare i pacchi.

"I risultati approvati oggi sono molto positivi, abbiamo toccato il record di 1,5 mld: era quello che avevamo annunciato, anzi siamo andati oltre le aspettative per il 2018". Un progetto ancora in fase embrionale ma su cui gli uomini del gruppo sono già all'opera.

Settori dove, ha spiegato Del Fante, "siamo cresciuti in maniera significativa e che da quest'anno, crediamo, avranno una spinta importante con un prodotto di 'convergenza fisica'".

Parlando dei risultati ottenuti da Poste Italiane nel 2018 Del Fante ha dichiarato: "Poste italiane ha centrato tutti gli obiettivi finanziari delineati per il 2018, a livello di gruppo e in tutti i settori di business, grazie a un'azione più incisiva di efficientamento e una forte crescita dell'utile operativo, trainato da una costante crescita dei ricavi e da una ridotta dipendenza delle plusvalenze".

Vialli presidente della Sampdoria: vicina la cessione del club blucerchiato
Giorno dopo giorno la società blucerchiata, nonostante le smentite di rito , sembra sempre più vicina a York Capital Management . Lo York Capital guidato da Gianluca Vialli è alla stretta finale per arrivare alla conclusione della trattativa.

A darne notizia è stata proprio la società quotata in Borsa a Piazza Affari nel precisare che il dividendo 2019 proposto dal CdA è pari a 0,441 euro, e che questo risulta essere in linea con gli impegni che Poste Italiane ha preso con il piano Delivery 2022. La cedola assicurerebbe così un assegno da circa 168 milioni di euro al Tesoro e da 201 milioni di euro alla Cdp. I ricavi aumentano del 2,2% a 10,864 miliardi.

Nel 2018 i ricavi del comparto Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione sono diminuiti dell'1,4% rispetto al 2017, a 3.580 milioni, ma superano l'obiettivo di 3,5 miliardi pervisti dal piano Deliver 2022.

I risultati consolidati per il 2018 evidenziano attività finanziarie totali pari a 514 miliardi (+4 miliardi rispetto a dicembre 2017), grazie ad una raccolta netta di 1,6 miliardi che ha ricevuto un consistente contributo dal settore retail (3,5 miliardi), nonostante un contesto di mercato volatile. L'amministratore delegato Matteo Del Fante ha ad esempio smentito di aver alcuna intenzione di aprire il dossier Alitalia, mentre si è detto pronto a valutare con Cdp ogni possibile fusione per la partecipata Sia "con aziende quotate o quotande" (un riferimento alla prossima matricola di borsa Nexi) e "sicuramente vengono valutate opzioni di crescita con acquisizioni fuori dall'Italia". Il titolo si è spinto fino a 8,474 euro, con un rialzo giornaliero di oltre l'1%.

Share