Sblocca cantieri, Toninelli: "I buchi nelle montagne non portano bene a Chiamparino"

Share

Non solo sblocchiamo i cantieri, ma con un approccio diverso al passato, nessun regalo ai concessionari, quel che è giusto pagare si paga, ma per il resto non si regala nulla.

Attesi intorno alle 13 presso l'aeroporto di Levaldigi, un'ora e mezz'ora dopo Conte e Toninelli sono giunti al troncone di Cherasco, mettendo i piedi su quello che in questi anni è divenuto il simbolo, anche iconografico, di quella che da anni viene indicata come la Salerno-Reggio Calabria del nord.

L'autostrada Asti-Cuneo è tuttora incompiuta a 29 anni dall'accordo firmato da Anas e dalla concessionaria Satap per l'avvio dei lavori. Oggi si volta pagina: "lavoriamo per trasformare i cantieri italiani in opere finite" hanno scritto, in una nota, i parlamentari piemontesi della Lega Bergesio e Gastaldi.

"Qua ci sono responsabilità di un po' di Governi - ha detto -".

Via della Seta, Mattarella: "Italia sostiene l'assetto multilaterale"
Mattarella si dice infatti " lietissimo di poter contraccambiare la straordinaria ospitalità che il Presidente Xi mi ha riservato nel 2017.

Stretta di mano anche tra Chiamparino e Conte.

Conte e Toninelli sono arrivati alle 14.25 e si sono affacciati sul troncone interrotto dell'autostrada: "Quest'opera inconclusa è ferma dal 2012: ci accolleremo la responsabilita di ultimarla". "Dovremmo essere all'ultimo metro con risparmi per 213 milioni di euro rispetto al progetto del mio predecessore Delrio", ha rimarcato il ministro. "All'inizio dell'estate potrà partire il primo lotto".

Sulla proposta dei rappresentanti del Governo è intervenuto l'eurodeputato Alberto Cirio: "Ho appreso con interesse la soluzione individuata dal Governo e credo sia necessario verificare in fretta che la procedura sia compatibile con le normative europee, in modo che non si creino ostacoli da Bruxelles". L'Asti-Cuneo è un'opera che il nostro territorio attende da oltre 30 anni.

Share