Flat tax, scontro nel governo: costa 59 miliardi. Salvini: "Numeri strampalati"

Share

"La riduzione delle aliquote di cui si parla non è in generale un fatto positivo - prosegue Rossini -, visto che rischia di mettere ulteriormente in difficoltà il ceto medio basso". Il segretario del Pd, a Radio Capital ha sostenuto che "la Flat tax é una bufala senza spazi fiscali per sostenerla, l'hanno subito fatto capire a Salvini".

In base alla simulazione (smentita) del MEF, una misura con flat tax al 15% per le famiglie fino al 80mila euro e al 20% per i redditi superiori costerebbe 59,3 miliardi.

Matteo Salvini si dà ad una dura replica nei confronti di Silvio Berlusconi, reo di aver definito "coglioni" tutti coloro che hanno fiducia nel governo gialloverde, il leader leghista da Melfi, in Basilicata, si presenta così: "Eccolo quel coglione".

"Nessuna stima è stata fatta su una riforma che né io né il MEF abbiamo mai ricevuto", ha detto Tria, aggiungendo "le cifre sono destituite di ogni fondamento". Ci riferiamo alla flat tax, la famosa "tassa piatta" che nelle intenzioni del partito del vicepremier dovrebbe diventare entro pochi anni il regime fiscale della maggioranza degli italiani. Vogliamo rivedere le aliquote fiscali ma il principio costituzionale deve rimanere fermo - aggiunge -.

Fratelli d'Italia rilancia la "sua" Flat tax come "unica proposta realistica". "Serve progressività delle imposte, non l'illusione che se i ricchi hanno di più spendono di più".

Tv: Roberto Bolle, riflessioni notturne oltre la danza
Le riprese delle prove , della loro disciplina estenuante, mostrano anche le tensioni e la solitudine della vita dei ballerini. Un progetto nato "dalla volontà di raccontarmi in maniera diversa e di raccontare i luoghi belli e privilegiati che frequento.

Queste, infine, le parole del presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni: "Sento che il governo parla di Flat Tax a più aliquote, a scaglioni, con diversi quozienti". Chi prova a inserire nel dibattito una sfumatura è Luigi Di Maio, che prova a sdrammatizzare, dicendo che alla fine la flat tax si farà. Secondo uno studio della Lega la flat tax 'fase II' avrebbe "un'incidenza di circa 12 miliardi" e si applicherebbe a tutte le famiglie fino a 50 mila euro di reddito.

Il cavallo di battaglia del centrodestra si sta trasformando però nell'ennesimo scontro tra le due anime del governo.

L'agenzia di rating aveva bocciato le spese previste dall'esecutivo giallo-verde, in particolare il reddito di cittadinanza, il rilancio dei centri dell'impiego e la rottamazione della legge Fornero sulle pensioni, con quest'ultima, aveva scritto, che "pone a rischio, nel lungo periodo, la sostenibilità del sistema previdenziale". Il nostro studio è stato messo a punto circa 15 giorni fa quindi risulta evidente come la data dell'8 febbraio sia antecedente alle nostre elaborazioni. Dal 2020 forfait del 20% sulla quota eccedente fino a 100.000 euro.

Lo schema visionato parte con una deduzione di 3mila euro per ciascun componente del nucleo familiare con reddito fino a 35mila euro mentre, per i redditi superiori ai 50mila euro all'anno - stando almeno alla simulazione elaborata da via XX settembre - non sarebbe prevista alcuna deduzione.

Share