Nuova Zelanda: legale Traini, sconcerto e condanna

Share

I feriti sono 20, tutti in gravi condizioni. L'attentatore che ha ripreso l'attacco, è entrato per primo nella moschea, ha ucciso delle persone, è poi uscito per prendere nuove munizioni nella sua auto ed ha continuato a sparare sui fedeli. L'intera citta' era stata messa in 'lockdown' poi rientrato. Il commissario di polizia neozelandese, Mike Bush, durante una conferenza stampa, ha detto che sono state anche rinvenute auto con esplosivi nel centro della città, dov'era in corso la manifestazione dei giovani studenti per il clima, sulle orme dell'attivista svedese 16enne Greta Thunberg, che è stata evacuata.

A ridosso dell'agguato l'uomo ha rivendicato la responsabilità delle sparatorie lasciando un manifesto anti-immigrati di 74 pagine in cui ha spiegato chi è e il motivo delle sue azioni, che definisce un attacco terroristico. Non è facile decifrarle tutte, ma leggendo attentamente si può notare come ci siano riferimenti a eventi storici e protagonisti, del passato e del presente, di attentati contro immigrati e musulmani, tra cui anche l'italiano Luca Traini.

Tre uomini e una donna sono stati arrestati.

Mara Maionchi: Addio a X Factor?
"Gli anni passano, i bimbi crescono e io invece calo...", ha aggiunto con la solita ironia che la contraddistingue. Escono dunque: Fedez , Mara Maionchi , Manuel Agnelli e Lodo Guenzi .

Lo stragista nel suo manifesto sostiene che la vittoria di Macron in Francia è stata uno degli elementi scatenanti che lo ha convinto della necessità di fare la strage perché quando il Front National ha perso ha capito che non è possibile una soluzione politica e chiede l'uccisione di Angela Merkel, del presidente turco Erdogan e del sindaco di Londra di origini pachistane Sadiq Khan. La polizia, via Twitter, ha esortato a rimanere chiusi in casa, a non andare in moschea in tutto il Paese e a non condividere il link dell'"inquietante" video sulla strage postato da uno dei terroristi. Tra loro c'è anche un cittadino australiano di nome Scott Morrison, noto alle forze dell'ordine australiane per essere un estremista di destra, nonché un violento terrorista. Attaccati sotto auto parcheggiate intorno, secondo quanto riferito da fonti investigative, sarebbero stati trovati degli ordigni esplosivi. Loro sono noi - ha osservato - le persone che hanno compiuto questo atto di violenza non lo sono.

La premier neozelandese Jacinda Ardern ha confermato che sono morte 40 persone.

La prima triade di scritte apparse sulle armi del killer in Nuova Zelanda è dedicata a Luca Traini, una vecchia conoscenza della cronaca italiana. Altri siti di giornali neozelandesi e australiani hanno pubblicato immagini tratte dal video o versioni del video che si interrompevano prima dell'inizio degli spari.

Share