Vaccini, false dichiarazioni: denunciati due genitori a Livorno

Share

"Per chi non si presenterà a scuola con il certificato richiesto, applicheremo semplicemente la legge", ha detto l'Associazione Nazionale Presidi. Ed a preoccupare è anche il disagio sociale: non a caso, rileva Paolo Siani, capogruppo Pd in Commissione infanzia, "se si guarda nelle micro aree, si scopre che nell'istituto Leopardi di Torre Annunziata, scuola materna che accoglie i bambini del quartiere delle Carceri, fortino dei clan camorristici, 59 bambini su 250 (23,6%) non hanno esibito il certificato vaccinale". Favorevole all'obbligatorietà anche la mamma della piccola Arianna, Martina Tumiati: "Secondo me hanno sbagliato a toglierlo e poi a rimetterlo, hanno creato solo confusione". Sono oltre 1600 i ragazzi che non sono in regola, di cui più di 850 nella fascia 0-6 anni e oltre 900 per quella dai 6 ai 16 anni: "la procedura prevede in questi casi di chiamare per due volte i genitori a colloquio, dopo di che scatta la diffida e la sanzione. Gli 850 non in regola sono dell'area di Civitanova che comprende anche il comprensorio di Potenza Picena, Porto Recanati, Recanati, Montecosaro e Morrovalle".

Tutti, salvo appunto casi eccezionali come questo, dovranno dunque dimostrare di essere coperti dalle dieci vaccinazioni obbligatorie a norma di legge: anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilusinfluenzae tipo B, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella.

Su circa duemila bambini iscritti alle scuole che fanno capo al Comune di Palermo, è stata riscontrata solo una situazione di irregolarità. Ho mandato una mail alla dirigente della scuola per avere chiarimenti e se non avrò risposte manderò una pec con una diffida a fare entrare la bambina.

Lele dei Negramaro da Manuel: "I leoni si associano"
Poi la guarigione e la risalita verso la vita, proprio come Manuel , sorprendente nella sua tenacia e nella sua positività. I leoni si associano , grazie".

Intanto in Liguria i casi conosciuti di bambini costretti a restare a casa perché non in regola con le vaccinazioni sono stati una quindicina.

"I vaccini - afferma Grillo - sono dei farmaci e un numero di eventi avversi ce l'hanno, ma è bassissimo in confronto con i benefici". Senza, però, riuscire nel loro interno. Il Nucleo per la Tutela della Salute di Livorno, al termine dei controlli sugli adempimenti vaccinali dei minori che frequentano le scuole, ha accertato questa mattina che i due genitori (un padre e una madre) avevano attestato falsamente alla direzione scolastica l'assolvimento dell'obbligo dei propri figli previsto dalla legge Lorenzin del 2017.

I due casi si sono verificati in una scuola statale e al momento sembrano casi isolati: "C'è una verifica in corso su alcune famiglie straniere - continua la vicesindaca di Firenze - che stanno aspettando documenti dai paesi d'origine". Questo non è certo sufficiente a scoraggiare i sostenitori di una teoria bislacca: ci si può sempre rifugiare nel complotto, ipotizzando che la verifica sia stata volontariamente artefatta, oppure che le misure in contrasto con i propri assunti siano affette da errori nascosti, o ancora che le misure in realtà siano false.

Share