Air Italy accetta di operare su Olbia senza compensazione

Share

Il drammatico episodio del velivolo precipitato in volo tra Addis Abeba e Nairobi, che ha causato 157 vittime tra cui otto italiani, riporta l'attenzione sui Boeing 737 Max 8 e sulle loro caratteristiche.

In Europa figurano tra i clienti della famiglia 'Max' il gruppo Tui, che ha lanciato il suo primo 737 Max8 nel gennaio 2018, Norwegian, Turkish Airlines.

Le certificazioni degli aeromobili che operano nelle flotte europee sono convalidate dall'EASA. LAnp ha "richiesto all'Ente Nazionale dell'Aviazione Civile (Enac) di intervenire su tutte le compagnie italiane che hanno in uso questa tipologia di aeromobile, mettendo a terra le macchine e facendo i controlli necessari". E' stata accolta la nostra accorata e giusta richiesta che permetterà alla compagnia aerea di restare con la base a Olbia, evitando preoccupanti ricadute sui lavoratori e l'economia del territorio, e di continuare dal 1 aprile a volare tra Olbia e i due aeroporti principali, garantendo così la continuità del servizio a favore dei passeggeri, sardi e turisti.

La Lega contrattacca: "Conte da solo non può bloccare la Tav"
Il governo, ricorda Di Maio, ha sei mesi "per ridiscutere il progetto" e intanto rilanciare le infrastrutture. Far finta di nulla adesso sarebbe una presa in giro e io non sono un pagliaccio.

"Air Italy continuerà a dialogare costantemente con le autorità e con Boeing in relazione al B737 Max 8 - prosegue il comunicato - e seguirà tutte le direttive per continuare a garantire il massimo livello di sicurezza e protezione per i nostri passeggeri e l'equipaggio".

In riposta alle polemiche nate dopo il drammatico incidente in Etiopia, l'Air Italy fa sapere di essere conforme a tutte le regole di volo. Per informazioni si pregano i passeggeri di ricorda il sito Web e i canali dei social media. Il Codacons ha invece presentato una diffida all'Enac chiedendo di "bloccare in modo categorico tutti i decolli dei Boeing 737 Max dagli scali italiani e di avviare verifiche urgenti circa la formazione dei piloti, con particolare riferimento alla compagnia Air Italy".

Share