Tim Cook diventa "Tim Apple" su Twitter dopo la gaffe di Trump

Share

Forse stiamo solo perdendo le nostre menti in attesa di un buon meme, ma c'è qualcosa di inesorabilmente buono e puro nel chiamare l'esecutivo precedentemente noto come Tim Cook "Tim Apple". La maggior parte completamente gratuiti soprattutto per i ragazzi delle scuole o anche per gli insegnanti che possono portare così le loro conoscenze agli alunni.

Si è trattato di una frase veloce che però non è passata inosservata e ha colto di sorpresa il capo di Apple, seduto proprio accanto al presidente Usa.

Piccola gaffe per il presidente americano Donald Trump, durante una conferenza stampa al fianco della figlia Ivanka e del ceo di Apple, Tim Cook.

C’è posta per te, chi è Brando Bertrand il ragazzo ‘idealista’
Chi sceglierà Luciana? La scelta è davvero difficile e non ci resta che seguire la puntata per scoprirlo. Maria insiste più volte nel dire che Luciana e Brando si conoscono, ma la comica smentisce.

Nel video dell'aspetto di Cook con l'American Workforce Policy Advisory Board, Trump inventa Tim Apple all'1: 03 prima di lanciarsi in una tirata su omicidi non specificati in Messico. "Ti stai espandendo ovunque e facendo cose che io ho desiderato facessi fin dall'inizio. Lo apprezziamo davvero tanto, Tim Apple".

Poche ore dopo essere stato chiamato per sbaglio “Tim Apple” dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, il CEO di Apple, Tim Cook, ha deciso di divertirsi ancora con l'accaduto e di cambiare il proprio nome su Twitter apparentemente per prendersi gioco del lapsus di Trump. Il cognome Cook è stato sostituito dal logo di Apple, che è appunto quello di una mela. La gaffe ha fatto il giro del web e su Twitter il relativo hashtag è entrato nei trending topic. Chi invece ha Windows e accede al profilo di Tim "Apple" vedrà solamente un quadratino al posto del simbolo.

Share