Tour Negramaro, Spedicato lascia il posto da chitarrista al fratello

Share

L'annuncio è arrivato tramite un video postato su Facebook che mostra il chitarrista della band salentina interrompere le prove che sta portando avanti insieme ai compagni per spiegare la decisione. Al suo posto sui palchi di tutta Italia, a sostituirlo sarà il fratello Gabriele.

LECCE- Lele e il resto della band suonano insieme, ma non in tour.

Si chiamerà "Amore che torni - tour" e inizierà il prossimo 14 febbraio a Rimini. E Lele aggiunge: "Come vedete ce la sto mettendo tutta e grazie anche al vostro sostegno mi manca pochissimo per tornare al 100%". Meglio non rischiare, ora che sembra essere tornato il sereno: "Per i medici devo terminare la riabilitazione per riprendermi completamente e non rischiare nulla - dice - quindi ho bisogno di un altro po' di tempo".

Ai fan sicuramente dispiacerà non poterlo vedere ed ascoltare dal vivo, ma la sua assenza è senza dubbio giustificata: dopo il malore che lo ha colpito nelle scorse settimane, e che per fortuna non gli ha causato danni permanenti o irreversibili, si merita una convalescenza abbastanza lunga da farlo tornare più forte ed in forma che mai.

Roberta Morise, ex di Carlo Conti, rischia di perdere la vista
E' un momento molto delicato, il problema è grave e già una volta ha rischiato di perdere la funzionalità dell'occhio destro . Alla rivista Gente la showgirl e conduttrice ha confidato per la prima volta il suo problema di salute.

"Inutile dire che sono profondamente dispiaciuto -conclude Lele Spedicato - ma avremo modo di recuperare quanto prima".

A prendere il suo posto sarà il fratello Giacomo Spedicato, "una parte di me" lo definisce il chitarrista, "che certamente non vi deluderà".

Nonostante la giovanissima età - ha soli 23 anni -, infatti, il 'piccolo' Giacomo è pronto a far divertire i fan, cercando di non far rimpiangere il fratellone. Quindi, i concerti toccheranno fino a marzo le città di Mantova, Padova, Conegliano, Torino, Bologna, Milano, Firenze, Roma, Caserta, Eboli, Bari, Reggio Calabria e Acireale.

Share