Emiliano Sala, la terribile verità dell’autopsia: "Ecco com’è morto"

Share

Emiliano Sala, l'attaccante italo-argentino morto lo scorso 21 gennaio a causa di un incidente aereo mentre viaggiava sopra il Canale della Manica, e in cui è rimasto coinvolto anche il 59enne David Ibbotson, il pilota del piccolo Piper, è stato sottoposto all'autopsia. Secondo quanto riferito dal Wales Online, il corpo del ragazzo è stato recuperato sul fondo del mare ma il riconoscimento è stato possibile solo attraverso lo studio delle impronte digitali. L'argentino avrebbe perso la vita a causa delle ferite alla testa e al tronco probabilmente dovute all'impatto del velivolo con l'acqua. Dopo il rinvenimento della carcassa dell'aereo con a bordo il cadavere di Sala le ricerche sono state interrotte per la seconda volta. Ricerche sospese in un primo momento per non aver riportato risultati significativi e successivamente riprese grazie all'intervento della famiglia di Sala e al finanziamento di ricerche private con le donazioni di molti calciatori.

La figlia del pilato, Danielle, ha detto oggi a Good Morning Britain che la famiglia ha finora raccolto 140.000 sterline per finanziare un'operazione di ricerca che costerà più del doppio di quella somma. "Se hai speranza, non dovresti arrenderti".

Alfonso Signorini svela: "De Filippi e Costanzo dormono separati, ma..."
Per questa ragione ho trovato normale incontrarla a viale Mazzini: non avevamo nulla da nascondere e nessun segreto da custodire. A proposito del flop di Celentano dice: "Se fossi stata in Pier Silvio Berlusconi avrei fatto la stessa scelta ".

" Sappiamo che se ne è andato, ma lo rivogliamo indietro". Sappiamo che è morto, ma lo vogliamo a casa. L'autopsia ha inoltre rivelato che per il 28enne sono state fatali le ferite riportate al torace ed alla testa. È stato un ottimo marito, ci ha sempre supportato ed era la nostra roccia.

Share