Di Battista: "Francia chieda scusa per guerra in Libia. Napolitano vile"

Share

"La Francia chieda scusa per l'intervento scellerato in Libia nel 2011 - ha detto l'esponente del Movimento 5 Stelle -, deciso da Sarkozy, a cui Napolitano si è piegato in modo vile". "Liberissima di invitare chi vuole (perfino chi in un passato recentissimo le ha dato della 'puttana'), ma perché proprio nella giornata del voto in Abruzzo - e nel pieno della consultazione elettorale - la Rai con Lucia Annunziata, permette una passerella e una ribalta a Alessandro Di Battista?" si sono chiesti. "Vile, incompetente o traditore, in ogni caso c'è ben poco da difendere". Lo dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. Ospite a Mezz'ora in Più su Rai Tre (clicca qui per leggere) è tornato ad attaccare la Francia.

Infine, rimanendo in ambito internazionale, Di Battista risponde anche a una domanda sulla situazione in Venezuela: "Non ho mai detto che essere neutrale vuol dire stare con Maduro, sono fake news". Redarguito dalla Annunziata che gli ricorda che non si può definire vile un presidente della Repubblica e lo invita a scusarsi con le istituzioni, Dibba non molla. E rifiuta gli attacchi di Macron sul tema migranti: "Il governo di Parigi non può fare la morale a noi sul razzismo quando i loro gendarmi alcune settimane fa hanno sbattuto i migranti alla frontiera in una foresta come cani". E chi sostiene che il M5S stia con Vladimir Putin, ribatte: "Sto conPutin? Siamo stati in Polonia, Finlandia e Croazia e nessuno ha ritirato l'ambasciatore", ha aggiunto parlando della crisi Italia-Francia e riferendosi al presidente Emmanuel Macron. "Luigi Di Maio è andato come leader politico all'incontro con i gilet gialli e se Macron la vive come lesa maestà è un problema suo". "L'Europa avrà un futuro se si sgancerà dagli americani, guardiamo oltre gli assetti post Seconda guerra mondiale".

Tennis, Berrettini si arrende a Fucsovics, niente finale a Sofia
Dopo aver perso solo al tiebreak il primo parziale, l'azzurro ruggisce e conquista rapidamente per 6-3 il secondo set . Campione junior a Wimbledon nel 2010, Fucsovics è diventato a gennaio l'ungherese con la miglior classifica dal 1984.

ALITALIA "Se io fossi veramente un populista che ambisce il consenso, oggi direi che siamo di fronte a una vendetta intollerabile da parte della Francia" sulla questione Air France-Alitalia.

A detta dell'attivista del M5S "è una stupidaggine" che Air France si sia sganciata dal dossier Alitalia a causa della crisi diplomatica fra i due paesi.

Share