Tennis, Berrettini si arrende a Fucsovics, niente finale a Sofia

Share

La seconda l'ha centrata a Sofia, battendo Fernando Verdasco dopo aver centrato sul russo Karen Khachanov, numero 11 del mondo, il terzo successo contro un top 20. Lo scambio di "regali" però non è terminato e il terzo break del confronto sorride a Medvedev che archivia con grande sicurezza il parziale sul 6-4. Un back che fino a due anni fa non era esattamente degno di questi livelli e sul quale Berrettini ha lavorato tanto, seppur dal lato del rovescio i margini di miglioramento sono ancora evidenti. Campione junior a Wimbledon nel 2010, Fucsovics è diventato a gennaio l'ungherese con la miglior classifica dal 1984. Saluta il torneo, invece, Stefano Travaglia, sconfitto in due set dal tedesco Struff: 6-4, 6-3 il punteggio in favore del teutonico (in un'ora e 16' di gioco) che ora al secondo turno sfiderà Tsitsipas, tds numero 2 del tabellone.

Southampton, due tifosi infangano la memoria di Sala: banditi dallo stadio
Il club prenderà una posizione estremamente severa e intende bandire dallo stadio i tifosi identificati”. Il Southampton li ha poi banditi dal proprio impianto per tre anni.

Per Medvedev si tratta del primo titolo stagionale ma del quarto della carriera a riprova di una crescita davvero importante negli ultimi mesi ricordando che, poche settimane fa, a Melbourne, fu capace di strappare un set al numero uno Novak Djokovic poi dominatore dell'evento. La pressione di servire sempre per secondo non lo condiziona particolarmente. Dopo aver perso solo al tiebreak il primo parziale, l'azzurro ruggisce e conquista rapidamente per 6-3 il secondo set. Fucsovics gioca più vicino al campo, attacca Berrettini sul rovescio e veleggia così verso la dodicesima vittoria in rimonta, la 53ma in totale, nel circuito maggiore in carriera.

Share