Bankitalia: Di Maio, non attacco ma serve discontinuità

Share

"In 8 mesi e mezzo abbiamo fatto quello che gli altri non avevano fatto per anni", ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico. Lo ha detto il vicepremier Cinquestelle, Luigi Di Maio, Bussetti aveva detto ieri che per colmare il gap tra scuole del nord e del sud, serve più impegno e non risorse.

"La volontà di cambiare i vertici - ha aggiunto Di Maio - non è un attacco a Bankitalia e alla Consob, ma questo governo mette insieme due forze politiche che hanno sempre detto che se esistono centinaia di migliaia di risparmiatori sul lastrico è perché chi doveva controllare non ha controllato". Andrea Arman, in combutta con l'Eterno grazie a don Enrico Torta, e col terreno, tramite il capopopolo Luigi Ugone, ma che, errori palesi a parte, il buon premier Giuseppe Conte non ha sostenuto nella trattativa condotta con l'Europa per l'approvazione della manovra di bilancio di cui la legge istitutiva del FIR, glielo ricordiamo, fa parte!

"Su Consob e Banca d'Italia credo che bisogna evitare di fare propaganda. Mi sono già espresso".

Alitalia: Di Maio, 'entusiasmo Air France non si è raffreddato adesso'
Quello che si può pensare di Di Maio , Di Battista, Casaleggio e seguaci non si può scrivere. Il restante 51% sarebbe invece rimasta in mano alle Fs e ad altri soggetti pubblici.

"Ora che noi come governo veniamo consultati per procedura costituzionale nella nomina del direttorio, se ci chiedono un parere sul rinnovo io dico no: c'è bisogno di discontinuità". Stessa data anche per l'incarico del direttore generale Salvatore Rossi, colui che ricopre il ruolo più importante, all'interno della Banca d'Italia, dopo quello del governatore Ignazio Visco. Non è più possibile che qualcuno sbaglia e non si sa mai chi è stato e non paga nessuno. "Provare a guardare avanti mi sembra il minimo", ha ribadito oggi il vicepremier Matteo Salvini parlando del dossier Bankitalia e della discontinuità auspicata da Di Maio a margine della visita al campo profughi di Padriciano in occasione del Giorno del Ricordo. "Non mi sembra - ha concluso - siano stati molto efficaci in questa situazione di controllo".

Il leader pentastellato ha poi annunciato l'avvio dei lavori di una Commissione d'inchiesta sulle banche, che sarà presieduta da Gianluigi Paragone: "Li convochiamo tutti e iniziamo a farli cantare perché i conflitti di interesse nelle banche hanno spolpato i risparmiatori", ha dichiarato ancora Di Maio.

Share