Antonello Venditti: emozionante con Baglioni in "Notte prima degli esami"

Share

Antonello Venditti torna sul palco dell'Ariston dopo 19 anni.

Nella terza puntata del Festival di Sanremo 2019, Claudio Baglioni ha duettato nel brano "Notte prima degli esami" con Antonello Venditti. La cantante salentina ha prima intonato il suo ultimo singolo Dalla tua parte, e poi insieme a Claudio Baglioni ha reso omaggio alla celebre canzone di Pino Donaggio Io che non vivo. Venditti ha suonato spesso in tv il brano, ma sempre in playback. Spiritosa, sorprendente, la Vanoni si presenta in completo rosso fuoco e prova a cantare. Recedi, stai zitta! Quando sei andata da Carlo Conti a fare la mia imitazione, ho passato un anno di inferno! E invece era una grandissima artista, una grande donna.

Ornella Vanoni fa impazzire anche i social con la sua esibizione sul palco dell'Ariston. Dopo alcuni momenti di confusione, in cui Venditti sembrava quasi prendersela con il regista della trasmissione per quella scomoda passeggiata sulle scale, il cantautore romano ha finalmente capito che tutto lo stratagemma serviva a distrarre l'attenzione del pubblico televisivo dal palco principale, sul quale i tecnici stavano sistemando due pianoforti.

Inter, Spalletti: "A Parma per dimostrare il nostro valore"
Abbiamo tirato di più porta in questo periodo che in passato, ma non sfruttiamo come dovremmo quello che riusciamo a creare. Per me è sempre stato allo stesso modo e per il messaggio della società è sempre stato lo stesso.

Bisio-Raffaele? Non funzionano. Ormai è una certezza. E Ii popolo di Twitter non apprezza l'ironia della gag: "Ma questi siparietti uno si aspetta che facciano ridere da un momento all'altro, ma sto momento non arriva mai". "Troppo ignorante?", si chiede poi Rovazzi.

"Anche stasera siamo vivi e siamo qui", dice Claudio Baglioni autocitandosi prima di introdurre 'The Queen' Virginia Raffaele, in abito impero bianco, e 'The King' Claudio Bisio, che salutano Geoff Westley, direttore musicale del festival. Infine un momento serio e commovente: un saluto al padre, che non vede da un pò di anni.

Sanremo ripete la stessa formula, ma la potenzia. Pare che in esso ci fosse anche la volontà di rispondere alle critiche che un tempo da parte di un certo tipo di pubblico politicizzato sul fatto di essersi "venduto al mercato".

Share