Australian Open, Federer tenta il tris - Tennis

Share

Il n.1 del mondo, Novak Djokovic, affrontera' al primo turno un giocatore proveniente dalle qualificazioni ma gia' al secondo dovra' impegnarsi per la probabile sfida col francese Jo-Wilfried Tsonga. Ha iniziato il Djoker serbo: "Vado a Melbourne per continuare il bel lavoro che ho iniziato a Wimbledon e agli Us Open (due vittorie, ndr)"; ha continuato il re svizzero Federer: "Gioco sempre per vincere, se sto bene non temo rivali"; ha concluso lo spagnolo che ha sciolto le riserve dopo alcuni infortuni e ha lanciato la sfida: "Miglioro e recupero giorno dopo giorno, se arrivo in fondo tutto può accadere". In prospettiva, in una eventuale semifinale il serbo troverebbe quell'Alexander Zverev che gli ha rovinato il finale di stagione battendolo al Masters di Londra.

Eliminato oggi dal torneo di Auckland dal tedesco Philipp Kohlschreiber, il ligure avra' modo di affinare la preparazione per l'esordio. Il primo vero ostacolo per il campione di Basilea potrebbe essere il giovane talento greco Stefanos Tsitsipas al terzo turno mentre agli ottavi, salvo sorprese dalla mina vagante Andy Murray, potrebbe ritrovare il croato Marin Cilic nella sfida-remake della finale dello scorso anno. Andreas Seppi se la vedrà con lo statunitense Steve Johnson, mentre Thomas Fabbiano, si confronterà con l'australiano Jason Kubler anche lui 'wild card'.

Paquetà: "Voglio aiutare il Milan a tornare in Champions League"
Anche un tunnel spettacolare in mezzo al campo in zona offensivo, forse passato inosservato per via della poco attenta regia Rai . Il mister è una persona fantastica, trasmette molta energia ed è in grado di far sentire tutti parte del gruppo.

In campo femminile, nella parte 'alta' del tabellone sono finite molte delle favorite, dalla numero uno al mondo Simon a Halep, alla giapponese Naomi Osaka vincitrice dell'Us Open, alle sorelle Williams, ma c'e' anche l'unica azzurra finora ammessa, Camila Giorgi.

Da segnalare, infine, un primo turno che si annuncia spettacolare tra Milos Raonic e Nick Kyrgios. Fognini e Cecchinato sono top 20 con vista verso i top 10 e in più c'è il romano 22enne Matteo Berrettini, prossimo top 50 del mondo, che cerca il definitivo salto tra i big.

Share