Vaccini, Grillo e Renzi firmano il "patto per la scienza" di Burioni

Share

"Perché ci si può dividere su tutto, ma una base comune deve esserci". "La scienza deve fare parte di questa base", dice il virologo e divulgatore scientifico. "Perché non ascoltare la scienza significa non solo oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani", continua per poi chiudere, prima di elencare i 5 punti chiave del documento, con una citazione.

Nessuna forza politica italiana si presta a sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica (i.e., negazionismo dell'AIDS, anti-vaccinismo, terapie non basate sull'evidenza scientifica, etc.).

Tutte le forze politiche italiane si impegnano a governare e legiferare in modo tale da fermare l'operato di quegli pseudoscienziati che con affermazioni non-dimostrate ed allarmiste creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall'evidenza scientifica e medica.

P.S. Ho ricevuto il presente appello dal Professor Guido Silvestri. La versione completa si può leggere sul sito di Roberto Burioni. "Nella scienza non si crede: o si capisce oppure non si capisce", recita il post.

Addio a Paoloni, megadirettore Fantozzi
Paolo Paolini , per il ruolo in Fantozzi , verrà sempre ricordato con questo appellativo, 'megagalattico'. E' nato in Svizzera il 24 luglio del 1929 e si è spento oggi, 9 gennaio 2019, a Roma.

Una dichiarazione scolvogene visto che lo stesso comico genovese è stato più di una volta accusato di sostenere posizioni antiscientifiche soprattutto sui vaccin.

Il rapporto matematica/realtà naturale non è ancora del tutto chiaro.

"Condivido al 100% le parole di Grillo - ha spiegato Burioni - sono parole bellissime, che esprimono un concetto molto importante: la scienza è fatta di dubbio e non ha dogmi". Esordisce così Beppe Grillo nel suo blog, annunciando la sua adesione al "patto trasversale per la scienza". "Rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche italiane- si legge nel testo - affinché sottoscrivano il seguente Patto Trasversale per la Scienza e s'impegnino formalmente a rispettarlo, nel riconoscimento che il progresso della Scienza è un valore universale dell'umanità, che non può essere negato o distorto per fini politici o elettorali". I No Vax non perdonano al fondatore del Movimento 5 stelle quello che considerano un voltafaccia, un tradimento per l'appunto. Gli insulti non si fanno attendere: "Avete tradito gli elettori del M5S".

"Che vergogna", "Imbarazzanti", "Vi ho votato, traditori!". "Vomitevole.ma dico io perché??dov'è quel movimento che ci faceva sognare nelle piazze, che giurava di combattere le lobby??pazzesco", ha detto un'altra elettrice delusa.

Share