Dieselgate negli Usa, maximulta per Fca

Share

Fiat Chrysler Automobiles avrebbe concluso un accordo con le autorità degli Stati Uniti per risolvere la sua posizione e dunque chiudere la disputa sulle emissioni diesel.

Il Dipartimento di Giustizia ha accusato Fca nel maggio del 2007 di aver installato su alcune delle sue vetture dispositivi per aggirare gli standard. Il caso delle emissioni diesel aveva riguardato oltre 104 mila tra Suv Jeep Grand Cherokee e pickup del marchio Ram, prodotte tra il 2014 e il 2016.

Questione di ore e di centinaia di milioni di dollari.

Avvistato un drone, bloccate le partenze da Heathrow
Ma cos'è accaduto di preciso? L'aeroporto di Heathrow è il primo in Regno Unito per numero di passeggeri. Intanto, dopo uno stop di un'ora, sono regolarmente ripresi i voli da Heathrow .

A far avvicinare la cifra totale della multa a quota 700 milioni di dollari ci pensa poi una sanzione di 311 milioni di dollari che FCA dovrà pagare al governo di Washington, in particolare al dipartimento di giustizia, e allo stato della California per l'inquinamento superiore a quello dichiarato.

Il costo complessivo stimato degli accordi è 800 milioni di dollari USA, in linea con l'accantonamento effettuato a tale scopo dalla società nel terzo trimestre del 2018.

Nell'accordo tra FCA e il governo USA non è inclusa nessuna ammissione di colpa o di dolo da parte del gruppo automobilistico che da sempre sostiene di aver agito in buona fede e senza voler nascondere l'esistenza del software incriminato.

Share