Lotito: "Nessuno avrebbe rifiutato 160 milioni per Milinkovic-Savic. Voglio rinforzare la Lazio"

Share

Il numero uno della Lazio, interpellato oggi dopo un incontro a Roma con alcuni studenti, si è espresso anche sulla questione relativa al destino del gioiello classe '95, calciatore che fa gola da tempo a moltissime squadre italiane ed estere. Ha esordito dicendo la sua sui disordini che hanno avuto luogo martedì sera presso Piazza della Libertà: "Ci tengo a precisare che io rispondo dei miei comportamenti e di quelli della società che governo". Come ha detto il ministro Salvini, la responsabilità è personale. Questo è un tipo di comportamento che nuoce alla credibilità del sistema, sono persone che vanno eliminate dal circuito. "Le regole ci sono, anche qui vanno giudicati i comportamenti. Per me i tifosi sono quelli che partecipano in modo appassionato alla propria squadra del cuore, ma nel rispetto delle regole". Gli ululati razzisti? È più una cosa che stiamo costruendo e voglio dire che la discriminazione razziale è quella che avviene tutti i giorni nei comportamenti. Mi spiego, secondo le nuove norme il fair play finanziario si deve raggiungere sui conti in ordine, che non sono dettati dall'immissione di denaro. Io non entro nella polemica, perché ricopro un ruolo istituzionale e non sta a me intervenire su certi temi. "Non fosse così, non avremmo vinto la Supercoppa sia contro la Juventus che contro l'Inter del Triplete".

Banca Mondiale, si dimette il presidente Kim
Per una tradizione non scritta il dirigente della Banca Mondiale è un americano: è cosi da quanto l'istituto è stato fondato. A meno di una vera e propria rivolta, non da escludere del tutto, quindi anche il candidato di Trump dovrebbe farcela.

Lotito dunque ammette di aver ricevuto una proposta davvero molto alta complessivamente per il suo centrocampista migliore, che negli ultimi mesi ha però patito qualche difficoltà di troppo tornando invece a farsi apprezzare nel recente periodo. Mi ricordo quando Klose disse all'arbitro che l'aveva toccata con la mano, questi sono episodi fondamentali per la crescita di una persona e soprattutto dei bambini, perché devono far capire che nella vita i risultati bisogna raggiungerli per merito.

Share