Lazio, finisce male la festa per l’anniversario. Procura apre inchiesta

Share

8 i feriti fra gli agenti. I volantini sono comparsi nel giorno del compleanno della Lazio, dopo che ieri sera i festeggiamenti a piazza della Libertà dei tifosi biancocelesti per i 119 anni del club si sono trasformati in guerriglia tra ultrà e agenti della Polizia. Nei loro confronti verranno emessi provvedimenti di Daspo. Un tifoso è stato arrestato e altri 3 sono stati denunciati. Secondo alcuni testimoni il gruppetto era incappucciato e aveva il volto coperto quando si è scagliato contro la polizia che era già in assetto antisommossa.

"Esprimo la totale vicinanza agli agenti delle forze dell'ordine che questa notte sono stati oggetto di atti di folle violenza da parte di alcuni figuri che nulla hanno a che vedere con la vera tifoseria". Per riportare la situazione alla normalità, è stata effettuata una carica di alleggerimento, nel corso della quale sono stati utilizzati lacrimogeni e si è fatto ricorso all'uso dell'idrante.

Asperti, il combattente di Ponteranica che voleva sconfiggere l'Isis
Alla loro lotta si sono uniti anche molti stranieri, come appunto Giovanni Francesco Asperti , che però ne è rimasto vittima. Inseguendo il sogno, insieme con altre fazioni curde presenti anche in Turchia e Iraq, di un Kurdistan unito e indipendente.

L'evento, che ha visto la partecipazione di oltre 2500 tifosi, si era svolto in precedenza in modo pacifico, con tanto di fuochi d'artificio. "Per me i tifosi sono quelli che partecipano in modo appassionato alla vita della squadra del cuore nel rispetto delle regole - ha aggiunto Lotito -, tutto gli altri fanno delle scelte diverse e ne risponderanno".

Share