Cacciari alla Bongiorno in diretta Tv: Vergognatevi

Share

Pensandoci bene, non molto tempo fa, trovandomi ormai addirittura ospite in televisione insieme a lui, al primo sentore di stupidità politica, anzi, di analfabetismo culturale insorgenti, non ho potuto fare a meno di invitarlo a portare il discorso nell'al di là delle misere questioni in quel momento dibattute: "Cacciari, voliamo alto, racconti semmai ai nostri interlocutori cos'è l'Angelo della Storia, altro che legge elettorale!". "E' la legge di Creonte, signora onorevole ministra". Su immigrazione e decreto Salvini, Cacciari ha ribadito che la Giustizia, il dovere di dare aiuto a chi è naufrago in mare, conta più della Legge. Ed è un principio fondamentale della cultura europea. "Ma se arriviamo all'idea che le leggi non si applicano perché non ci piacciono, avremo caos e violenza". "Voi lo state dimenticando ed è una vergogna". E questa è una vergogna non per Salvini ma per l'Europa, un vero scandalo. Possiamo perdere una elezione, ma non possiamo perdere l'anima, vivaddio. "Il decreto Salvini non attiene a quello che dice lei", continua a ripetere la ministra. Sto parlando dell'Europa, cosa vuole che me ne importi di Salvini, che corre adesso e che domani non c'è più?

"Non sono figli miei", uomo scopre la tremenda verità dopo 20 anni
Lui si chiama Richard Mason , è un 55enne milionario inglese ed è riuscito a scoprire tutto in seguito ad una triste circostanza. Con due non parla più, solo con un altro è rimasto in contatto.

Cacciari, qualche minuto prima, aveva affermato di voler far ricorso alla Corte costituzionale per aver un giudizio in merito alla legge che porta il nome del ministro dell'Interno. E Cacciari protesta: "Mi alzo e me ne vado". E anche durante il "cupio dissolvi" renziano ci ha consegnato le sue certezze talvolta apodittiche, già, sempre da Gruber così segnalava: "Chiunque capirebbe che in Italia c'è bisogno di un governo in questo momento".

Share