Avvistato un drone, bloccate le partenze da Heathrow

Share

Tra il 19 e il 21 di dicembre centinaia di voli sono stati annullati all'altro aeroporto di Londra, Gatwick, per l'avvistamento di droni.

Un'emergenza ridimensionatasi a differenza della prima in un'ora scarsa, almeno per il momento, ma destinata a riaprire interrogativi e perplessità sulla sicurezza e il controllo degli affollatissimi cieli della capitale britannica.

Scotland Yard ha annunciato di aver iniziato un'indagine interna per capire qualcosa in più su questo avvistamento: "Nostri agenti - precisa un portavoce citato dall'agenzia PA - stanno investigando sulle denunce con altri colleghi". Scotland Yard ha da parte sua confermato di aver avviato un'indagine dopo aver ricevuto alcune denunce sul presunto "avvistamento di un drone". "Ci scusiamo con i passeggeri per ogni eventuale disagio". Intanto, dopo uno stop di un'ora, sono regolarmente ripresi i voli da Heathrow. Dei semplici avvistamenti di un drone (che non sono stati identificati del tutto) sono stati sufficienti per dar chiudere un importante nodo di trasporto per diversi giorni. Ma cos'è accaduto di preciso?

Wanda Nara: "Il rinnovo di Icardi? Oggi è molto lontano. Dall’Inter…"
Un rinnovo contrattuale che stenta ad arrivare a causa dell'offerta al ribasso da parte del club nerazzurro. Ancora non abbiamo ricevuto una proposta soddisfacente dall'Inter .

L'aeroporto di Heathrow è il primo in Regno Unito per numero di passeggeri.

Il secondo aeroporto di Londra è rimasto chiuso il 20 dicembre per tutta la giornata per la presenza di droni nella zona di atterraggio.

Share