"Non sono figli miei", uomo scopre la tremenda verità dopo 20 anni

Share

È così che Richard Mason, uomo d'affari inglese di 55 anni, ha scoperto che i tre ragazzi che ha cresciuto per vent'anni come un padre non potevano essere biologicamente i suoi figli. Lui si chiama Richard Mason, è un 55enne milionario inglese ed è riuscito a scoprire tutto in seguito ad una triste circostanza. Ergo, quei tre ragazzi partoriti dalla sua ex moglie Kate, un giovane che oggi ha 23 anni e due gemelli che ne hanno 19, non possono in alcun modo essere i suoi figli naturali.

La conseguenza più grave dello scontro con la donna è tuttavia che i rapporti fra Richard e i suoi "ex figli" si sono deteriorati per sempre.

La ex moglie (la coppia aveva divorziato nel 2008) è stata citata in giudizio per frode, ma invece dei 4 milioni di "liquidazione" post divorzio che Mason le aveva chiesto di restituire, la donna ha patteggiato e pagato 250mila sterline, e ottenuto di mantenere segreta l'identità dell'amante. Con due non parla più, solo con un altro è rimasto in contatto. Perché quello che è appena finito è anche stato l'anno dei kit di test del Dna a domicilio: più economici che mai, sono venduti da aziende come 23andMe, FamilyTreeDNA e Ancestry.

Uomini e donne, Gemma e Rocco: che passione in macchina
Quando ero sul trono ero ancora fidanzata con Nicola, ma non avevo il coraggio di dirlo a chi mi stava offrendo un'opportunità. Maria De Filippi ne inventa sempre una nuova per primeggiare nella guerra dell'auditel e del gradimento.

È stata la vittima a lanciare l'allarme e a telefonare ai militari, a cui ha raccontato di essere stata aggredita dal marito mentre si trovava sotto l'abitazione della madre di lei. "Seguo su Facebook cosa fanno e mi si spezza il cuore perché ho visto che il più grande si è laureato, ma non sono stato invitato". Il futuro è deprimente: aspettavo le gioie di lauree, matrimoni, nipoti, le speranze e le paure nell'aiutarli e guidarli lungo il cammino.

"La verità - scrive Sarah Vine del Daily Mail - è che i tre ragazzi già sanno chi è il loro vero padre: è l'uomo che li ha visti nascere, che li ha cresciuti, li ha formati, li ha aiutati con i compiti, era lì ai compleanni, alle vacanze, ai Natali".

Ma la cosa più orrenda di tutta questa storia è il rapporto ormai compromesso tra Richard e i "figli". "Siamo sicuri che un kit comprato su internet garantisca la stessa attendibilità di un esame eseguito sotto il controllo degli esperti?". Perché si vendono così tanti kit per analizzare il Dna?

Share