La ditta si impegna a trovare container persi nel Mare del Nord

Share

La nave Msc Zoe, una delle più grandi al mondo che può trasportare fino a 19 mila container, è finita in mare tra martedì e mercoledì. Le forti correnti hanno spinto per un lungo tratto di costa olandese oggetti come televisori, giocattoli e scarpe, ma anche sostanze inquinanti come polvere candeggiante. Tra questi, secondo le autorità della Frisia, uno conteneva sostanze pericolose a base di perossido. Le operazioni di raccolta dei container sono state effettuate dalle guardie costiere di Olanda e Germania, insieme circa 100 soldati e molti volontari che hanno preso parte alle operazioni di pulizia. Particolarmente colpite le isole Terschelling, Schiermonnikoog e Ameland (da cui provengono queste immagini). La nave stava viaggiando da Anversa in Belgio in direzione del porto di Brema quando ha perso parte del carico. Varie spiagge olandesi sono quindi state invase da mobili Ikea, vestiti e lampadine.

Opzione Donna confermata, ma solo per un anno
E allora ecco l'introduzione delle finestre che avranno una diversa durata a seconda della tipologia di lavoratore. La prima e più importante novità per le pensioni annunciata di quota 100 sarà una di quelle inserite in collegati.

"MSC ha avviato una operazione di pulizia in seguito ad una significativa perdita di container nel Mare del Nord". Il 2 gennaio abbiamo nominato una compagnia di salvataggio per coordinare le operazioni di recupero delle merci e di pulizia della costa, impegnando allo stesso tempo navi specializzate dotate di sonar per individuare il carico mancante. Batte bandiera panamense. Le autorità portuali olandesi hanno immediatamente inviato nella zona a nord-ovest di Borkum un imbarcazione, un elicottero delle Forze armate tedesche, una boa e la nave polivalente "Neuwerk" per localizzare il container e recuperare il carico pericoloso che non è stato ancora localizzato.

Share