Opzione Donna confermata, ma solo per un anno

Share

Inoltre è stato spiegato che con l'approvazione del Decreto legge contenente le informazioni sulla riforma previdenziale verranno prorogate per tutto il 2019 anche l'Opzione donna e l'Ape sociale. Questi riguardano più che altro le modalità con cui questa misura sarà attuata, tutti i dubbi che saranno dissipati soltanto quando il testo della misura sarà messo nero su bianco e sarà reso pubblico.

Il decreto per la quota 100 prevede anche la proroga per un anno dell'Ape social, per permettere alle categorie di persone considerate svantaggiate, vale a dire disoccupati, disabili che abbiano una percentuale di invalidità dal 74% in su e lavoratori usuranti, di andare in pensione tre anni prima rispetto ai normali requisiti pensionistici richiesti e a costo zero.

La prima e più importante novità per le pensioni annunciata di quota 100 sarà una di quelle inserite in collegati. Chiaro l'obiettivo: liberare lavoratori prossimi alla meta ma non ancora al traguardo e consentire così il ricambio generazionale negli uffici, nella pubblica amministrazione e nelle fabbriche. E allora ecco l'introduzione delle finestre che avranno una diversa durata a seconda della tipologia di lavoratore. Se non addirittura ottobre perchè se le domande di pensionamento anticipato dovessero essere eccessive, le finestre potranno essere posticipate di altri tre mesi. Il meccanismo prevede dunque delle finestre trimestrali per i dipendenti privati e semestrali per i dipendenti pubblici, mentre per quelli della scuola la finestra sarà annuale, ma non è ancora noto se questi ultimi dovranno aspettare il 2020 per raggiungere l'agognata pensione anticipata con 62 anni e 38 di contributi. Emergono anche dei dubbi riguardanti la contribuzione figurativa ovvero sul fatto se questi tipi di contributi possono essere riconosciuti e quindi possono essere considerati nella somma dei 38 anni.

Ci è voluta la minaccia dell'apertura per l'Italia di una procedura di infrazione e l'arrivare ad un passo dall'esercizio provvisorio, ma alla fine la legge di Bilancio 2019 è stata approvata e pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Invece non dovrebbe esserci alcun paletto contro la totalizzazione dei contributi.

Froome e Thomas, no al Giro. Il Veneto perde tre simboli
Bernal, 21 anni, è entusiasta di affrontare per la prima volta il Giro : "Il Giro è una gara che mi piace davvero tanto". Il 2019 sarà l'ultimo anno nel mondo delle due ruote per Sky , che si ritirerà come sponsor a fine stagione.

Il Sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, è intervenuto proprio su questo punto chiarendo che i dipendenti statali potrebbero lasciare il loro posto di lavoro a partire da Luglio 2019.

Durigon ha infine chiarito poi che il Decreto legge dovrebbe essere approvato dal Consiglio dei ministri tra il 10 e il 12 Gennaio.

Se ci sarà un divieto di cumulo sarà quello con il reddito da lavoro.

La prima mossa che il Governo vorrebbe effettuare per integrare la quota 100 sarebbe il finanziamento volontario da parte dei fondi di solidarietà. Un disincentivo alla pensione anticipata, già penalizzata dall'assegno più basso, determinato dal versamento di meno contributi.

Share