Netflix ha rimosso l’episodio di Patriot Act sull’omicidio Khashoggi

Share

Il comico americano Hasan Minhaj criticava aspramente il principe Mohammed Bin Salma per l'omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

Nei giorni scorsi il caso dell'omicidio del giornalista era finito al centro di una disputa tra Riad e Netflix, con le autorità arabe che hanno esplicitamente richiesto alla piattaforma di eliminare dai suoi contenuti uno show tv - la serie "Patriot Act" - in cui il principe ereditario veniva apertamente criticato in merito alla vicenda Khashoggi. È stata girata in Arabia Saudita da Hasan Minhaj.

"Hanno cambiato così tante versioni che l'unica che non hanno detto è che Khashoggi è morto in un incidente di arrampicata su roccia in solitaria", la battuta di Minhaj. Il giovane rilancia anche criticando il ruolo dell'Arabia Saudita nella guerra in Yemen, dicendo che "ora sarebbe un buon momento per rivedere la nostra relazione con il regno saudita, e lo dico da musulmano e americano".

Thailandia, la tempesta Pabuk blocca centinaia di turisti sulle isole
Preceduta da forti piogge, Pabuk sta per abbattersi sull'arcipelago di Chumphon, al confine orientale delle province di Surat Thani e Nakhon Si Thammarat .

La conferma della rimozione viene data direttamente da Netflix al Financial Times. Abbiamo fatto tutto ciò dopo aver ricevuto una richiesta legale valida. La denuncia mossa dalla commissione per le comunicazioni e l'informatica del regno affermava che Netflix stava violando la legge contro la cybercriminalità saudita.

Netflix ha difeso la sua decisione, dichiarando di sostenere la libertà artistica e di espressione, ma di essere obbligata a rispettare le leggi locali. Chi vive in Arabia Saudita, però, può ancora guardare "Patriot Act", perché si trova su YouTube. Karen Attiah, che era l'editore di Khashoggi al Washington Post, ha definito la decisione di Netflix "abbastanza oltraggiosa".

Share