Gilet gialli: arrestato a Parigi un leader delle proteste - Cronaca

Share

In questo contesto Eric Drouet, uno dei leader del gilet gialli, è stato arrestato il 2 gennaio nel centro di Parigi.

Infine, il leader del nuovo partito ha chiuso ogni porta al Movimento 5 stelle, un'esperienza che viene definita "chiusa perché ha abbandonato i cittadini".

L'uomo sarebbe stato fermato mentre si dirigeva verso gli Champs-Elysees, dove una dozzina di manifestanti radunatisi all'esterno di un fastfood vicino al'Arco di Trionfo, lo stavano aspettando.

È stato accusato di aver tentato di organizzare una manifestazione non autorizzata. Nelle prime ore del pomeriggio, il camionista trentatreenne aveva pubblicato un video su Facebook annunciando un'"azione" sugli Champs-Elysées.

Cina: Xi al popolo taiwanese, 'accettate la riunificazione'
Pechino teme che Tsai voglia ottenere per l'indipendenza formale di Taiwan , anche se il presidente ha più volte detto che preferisce mantenere lo status quo.

Si tratta del secondo arresto per Drouet dall'inizio delle proteste, che era già stato fermato a Dicembre per "possesso di arma vietata".

"Stasera non faremo una grande azione, ma vogliamo scioccare l'opinione pubblica. Non so se ci sarà qualcuno con noi sugli "Champs" (...) Andremo tutti senza gilet" ha dichiarato. Dopo essersi piegato alle proteste dei gilet gialli e aver chiesto al Parlamento di approvare in tempi record le nuove misure, in molti avevano previsto un discorso in qualche modo conciliante da parte del presidente della Repubblica francese.

La mobilitazione è nata da una raccolta di firme su internet, trasformandosi in un movimento di piazza che sta mettendo sotto pressione la leadership di Macron.

Share