Follia Roma, il Cagliari rimonta in nove

Share

Certo, di assenze non se ne deve parlare alla Roma, che è ancora senza sei giocatori. Mazzoleni aveva espulso Ceppitelli e Srna al 93' e sembrava finita. Ma, su assist di Ionita, dentro la mette Sau, a digiuno di gol dallo scorso campionato. Vuole dire che Di Francesco sarà esonerato? Poi, dando alla squadra un segnale di assoluto panico, Di Francesco ha tolto Kluivert per mettere il terzino Luca Pellegrini a fare l'ala e Schick per provare Pastore (lontanissimo da una condizione fisica accettabile) come centravanti. Il reparto offensivo è in mano ai giovanissimi, con Schick terminale offensivo davanti al trio formato da Kluivert, Zaniolo e Under: 81 anni in 4!

95′ - Termina qui la partita, il Cagliari in 9 contro 11 riesce a pareggiare il match.

SUBITO CRISTANTE - La Roma parte con un pressing alto che mette in difficoltà il Cagliari e ha subito un'ottima occasione per sbloccare il match con Zaniolo, ma il tiro finisce al lato. Il vantaggio arriva comunque dopo pochi minuti: al 14' dal limite Cristante si coordina e batte Cragno, realizzando il suo primo gol con la maglia della Roma. Il Cagliari non reagisce e presta il fianco alla velocità degli ospiti. Al 35' Faragò costringe Manolas a una deviazione provvidenziale. Al 61' il duello si rinnova e lo vince ancora il portiere del Cagliari intercettando il tiro di punta sul primo palo del trequartista giallorosso. Sembra tutto in mano ai capitolini, ma nella ripresa cambia tutto.

Chiara Ferragni sotto attacco: 'La tata è la mamma di Leone'
Non deve essere facile crescere un bambino e nel frattempo essere tanto indaffarata quanto lo è lei per il suo lavoro. "Sei 'madre' con il c*** degli altri", sono solo alcuni dei commenti crudeli che si leggono su Instagram .

67′ - Viene chiamato il VAR per un fallo di mano di Kolarov, l'arbitro visiona le immagini e decide di non assegnare alcun calcio di rigore.

IONITA LA RIAPRE - La squadra di Maran spinge al massimo, costringendo la Roma ad arretrare il baricentro. Un minuto di raccoglimento per Radice, ex allenatore di rossoblù e giallorossi. La Roma soffre tanto e all'89' Di Francesco si copre inserendo Juan Jesus al posto di Zaniolo. Anche in questo caso per proteste, a Ceppitelli e Srna, in seguito a un fallo fischiato da Mazzoleni a Faragò per un contrasto con Olsen. Che si spegne in un finale pirotecnico: i sardi chiudono in 9 contro 11 (espulsi Srna e Farago) ma soprattutto trovano il pareggio con la rete di Sau. Undici contro nove la Roma è capace di suicidarsi: Manolas sbaglia un anticipo a metà campo, Ionita pesca Sau che da solo si invola verso Olsen e fa 2-2 di piatto.

Share