Altalena di emozioni all'Olimpico, Lazio-Sampdoria finisce 2-2 al 101° minuto

Share

Paura e delirio all'Olimpico nell'anticipo tra Lazio e Samp. Nel primo tempo però è la Sampdoria a passare in vantaggio. Per il tecnico biancoceleste si tratta del quarto pari di fila: la Ferrari corre solo a sprazzi, soprattutto nel secondo tempo, e continua a essere ingolfata.

La prima emozione della partita è targata Lazio, con Immobile che si vede annullare un gol al 13′: su una sbavatura difensiva della Sampdoria, Caicedo serve il bomber che mette in rete, ma partendo da posizione di fuorigioco. Ma non posso imputare niente ai ragazzi, se non quel minuto e mezzo che ci è costato due punti molto importanti per la classifica.

Uber Taxi arriva in Italia, si parte da Torino
I benefici per i tassisti comprendono la copertura assicurativa con Axa in caso di malattia o infortunio. Dopo aver scaricato l'app, basta inserire la propria meta.

SEMPRE QUAGLIARELLA - La squadra di Giampaolo è viva, la manovra funziona e l'1-0 è soltanto questione di tempo: suggerimento chirurgico di Murru e tocco vincente dell'eterno Quagliarella al 21'. Adesso la Lazio prova a spingere sull'acceleratore e, come spesso accade, tenta di risolvere la pratica con Immobile: l'attaccante entra prima in area di rigore e lascia partire il mancino che va fuori di poco mentre nel recupero dei 45 minuti iniziali apre il destro incontrando il palo dopo la deviazione di Bereszynski.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace (76' L. Alberto), Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Badelj (52' Correa), Milinkovic, Lulic; Caicedo (52' Cataldi), Immobile. "Ecco perché c'è una giustizia divina". Se devi intervenire con il Var vuol dire che ci sono dei presupposti evidenti ma qua non si capisce bene la dinamica.

Share