Scomparsa di Gigi Radice: il cordoglio del Milan

Share

È morto all'età di 83 anni Luigi Radice.

Calcio italiano in lutto per la scomparsa di Gigi Radice. "Dal punto di vista professionale è stato l'allenatore che ha cambiato il calcio italiano, portando l'Olanda in Italia". "È stato un maestro, un papà". Così lo ricorda l'ex bomber del Toro Paolo Pulici. Egli ha avuto un passato anche come tecnico della Roma nel 1989/1990. Se n'è andato un vero Grande del calcio italiano. Nei campionati successivi raggiunse in granata il 2°, 3°, 5° posto. Nell'incidente Barison perse la vita, mentre Radice fu ricoverato in condizioni disperate all'ospedale di Imperia. Nella stagione 1979-80 fu esonerato dal Torino, con la squadra in zona retrocessione.

La Cassazione intima al Getty Museum statunitense di restituire l'Atleta di Fano
Questa notizia, continua, "ci ricorda l'importanza dei beni per l'identità delle comunità e dei territori. Per due volte il museo americano ha ottenuto l'annullamento per vizi procedurali.

Dopo una serie di piazzamenti, arrivò l'esonero nel 1980, ma dopo una parentesi tra Milan, Bari e Inter, tornò al Toro rischiando nella stagione 1984-1985 di ripetere l'impresa. Dopo le due stagioni nella provincia lombarda (1966-1968), Radice guiderà Treviso, Cesena (condotta per la prima volta in massima serie), Fiorentina e Cagliari.

Ai familiari, al figlio Ruggero anche lui calciatore ed allenatore, agli sportivi che hanno apprezzato il lavoro di Gigi Radice, il cordoglio di tutta la redazione di Pianetagenoa1893.net. "Il mantra era 'noi non siamo qui per prendere in giro la gente ma dobbiamo offrire un calcio bello e divertente'", si legge nel testo che ricorda alcune sue celebri affermazioni.

Share