Todt: "Ho visto il Gp del Brasile con Schumi"

Share

A capo della Ferrari negli anni in cui Michael Schumacher vinceva titoli a iosa, Jean Todt ha svelato un retroscena particolare. La romantica immagine, che porta alla mente dei tanti appassionati del Cavallino rampante le grandi annate vissute quando il pilota tedesco mieteva successi in Formula 1, l'11 novembre scorso è stata realtà quando Todt, ora alla guida della FIA, ha seguito in tv l'ultimo gp in Brasile proprio insieme a Schumi. Il presidente della Fia spesso fa visita all'ex campione tedesco che è in cura nella sua residenza svizzera a Gland, dopo l'incidente sulle nevi di Meribel in Francia il 29 dicembre del 2013. Se non soltanto qualche speculazione.

"Sono sempre cauto quando dico qualcosa, ma è vero: ho visto il GP del Brasile in Svizzera con lui". Todt non ha aggiunto altro su Schumacher nell'intervista, e ha confessato di "sentirsi frustrato" per l'eccesso di pubblicità trasmessa in tv durante il gara. Capisco anche che i canali privati finanzino la loro copertura in questo modo e che la procedura sia conforme alla legge. Ma avrei desiderato una di quelle finestrelle nell'angolo dello schermo per non perdere la gara completamente.

Ecotassa, Castelli (M5S): 'Panda 1.2 costerà di più? Scelgano Panda 1000'
Una vera e propria tassa, inserita da un governo che di aumenti della pressione fiscale non ha mai voluto sentire parlare. La modifica dell'ecotassa (fra i 150 euro e i 3.000 per tutti i mezzi benzina o diesel) avverrà al Senato.

"Quando vedo un Gran Premio - continua Jean Todt - voglio essere in grado di seguirlo".

L'ELOGIO - Todt comunque ha elogiato i cronisti di F1: "Sono molto competenti". Pochi giorni fa Todt aveva detto anche su Schumacher: "Le sue foto sono appese ovunque nei miei uffici e nei miei appartamenti". Ci vogliamo bene perché abbiamo scritto insieme una storia incredibile e siamo rimasti uniti nei momenti difficili. "Vado a fargli visita almeno due volte al mese".

Share