Migranti, nave Aquarius costretta a sospendere la propria attività

Share

"Una feroce campagna politica, giudiziaria e amministrativa, sostenuta da diversi Stati europei, ha costretto l'Aquarius a rimanere ferma negli ultimi due mesi", ha affermato SOS Méditerranée che ha aggiunto: "Non possiamo permettere alla gente di morire in mare".

Una scelta, spiegano le Organizzazioni non governative, "dolorosa, ma purtroppo obbligata", che "lascerà nel Mediterraneo più morti evitabili, senza alcun testimone".

"Lui non ci sarà", Lega lancia campagna per la manifestazione a Roma
Mancano quattro giorni alla manifestazione della Lega organizzata a Piazza del Popolo a Roma . I manifesti sono anonimi e stanno tappezzando la città.

Le denunce lanciate dal governo sulla presunta correlazione tra la presenza delle navi umanitarie e il conseguente aumento degli sbarchi in Italia, fino alle inchieste della procura di Catania sui sospetti casi di mancato smaltimento dei rifiuti a bordo delle imbarcazioni (Aquarius e Vos Prudence), hanno contribuito ad alimentare un clima di sospetto nei confronti delle ong. Lo rende noto l'ufficios tampa di Medici Senza Frontiere.

L'Aquarius non salverà più i migranti che tentano di raggiungere l'Europa via mare. Insieme alle inadeguate e inumane politiche migratorie dell'Unione Europea, questa campagna contro le organizzazioni in mare sta minando il diritto internazionale e i principi umanitari. "Finche' le persone continueranno a morire in mare o a subire atroci sofferenze in Libia, cercheremo nuovi modi per fornire loro l'assistenza umanitaria e le cure mediche di cui hanno disperatamente bisogno". Fino a qualche mese fa batteva la bandiera di Gibilterra, che l'ha ritirata dopo le prime polemiche sull'operato delle Ong impegnate nei soccorsi nel Mediterraneo. L'ha ribadita tante volte e oggi l'ha affidata a un tweet: "Meno partenze, meno sbarchi, meno morti". "Non solo l'Europa ha fallito nel garantire la necessaria capacità di ricerca e soccorso, ma ha anche sabotato chi cercava di salvare vite umane. Bene così". La convinzione è che l'attività delle ong finisca per aiutare i trafficanti di uomini.

Share