Genoa, Juric si gioca la panchina: "La squadra è con me''"

Share

Con il Torino sarà una partita completamente diversa. Per quanto riguarda la Serie A "pre 1929", si contano 10 confronti, con un bilancio in parità: 4 vittorie per parte (e 2 pareggi), ma coi granata avanti 21-17 nel conteggio delle reti.

"Ci abbiamo riflettuto e abbiamo ritenuto che non ci sia la necessità di dare scossoni". La squadra da tempo si sta esprimento a buoni livelli. "Ma io ho fiducia nella mia squadra e la partita con la Sampdoria dimostra che questo sentimento è reciproco perché i ragazzi sul campo hanno dimostrato di credere nel lavoro che abbiamo intrapreso assieme".

Hamilton, Jerez in sella: week end su Yamaha per Lewis
Sin da bambino sognavo di avere la moto, anche se sono super grato a papà di avermi regalato un kart. Una scelta azzeccata, visti i trionfi che il pilota inglese ha ottenuto.

La conferenza stampa termina con un ultimo commento del mister croato, relativo ai punti deboli dei rossoblu e sulla conferma di alcuni componenti della rosa: "Abbiamo preso alcuni gol su palle inattive, aumentando l'attenzione e la cattiveria arriveremo a vincere le partite". Il Toro non è certamente la squadra più facile per interrompere il "digiuno" di vittorie genoano, come sottolineato dallo squalificato di turno: "Sono fisicamente devastanti e giocano molto su questa caratteristica". Anno dopo anno vanno sempre meglio e puntano in alto. Noi al pressing offensivo alterniamo, in alcuni momenti della partita, lo stare volutamente più bassi.

"Dubbi su di lui non ne ho mai avuti". C'è anche da sottolineare che i genoani hanno affrontato recentemente Milan e Inter entrambe a San Siro e Napoli in casa, in una partita persa in maniera rocambolesca.

Share