Sully, il cane di Bush padre veglia ancora la bara del padrone

Share

Gli utenti dei social media hanno ringraziato Sully per i suoi servizi e sono rimasti sconvolti per la lealtà dei cani in genere nei confronti dei loro proprietari.

Il cane di Bush ha voluto rendere omaggio al suo padrone.

Si possono continuare a seguire le avventure del cane eroe: Sully ha anche il suo account Instagram. Il cucciolone è immobile, probabilmente fermo nella medesima posizione da ore. L'ex inquilino della Casa Bianca è morto venerdì scorso e aveva presentato "il suo migliore amico" mesi fa su Twitter. "Davvero, di tutti i post che ho visto, questo è quello che mi ha fatto più piangere", scrive una donna. Sa chiedere aiuto in caso di necessità, aprire le porte, raccogliere oggetti.

Sully, il cane di Bush padre, che veglia ancora il suo presidente

Il 41esimo presidente degli Stati Uniti era costretto a utilizzare una sedia a rotelle e uno scooter elettrico a causa della malattia che lo affliggeva da tempo. Il nome Sully era stato dato al Labrador dorato in onore del pilota Chesley Burnett Sullenberger, anche noto come "Sully" Sullenberger, che nel 2009 era riuscito a compiere un atterraggio sul fiume Hudson salvando la vita di 155 persone, tra passeggeri ed equipaggio.

Sully ora ritornerà all'Associazione America's VetDogs prima di cominciare un nuovo lavoro con le truppe in terapie fisiche e comportamentali al Walter Reed National Military Medical Center.

Giornata mondiale contro lʼAids, ogni anno 4mila nuove infezioni
Come riportato da Il Giornale, tra le false credenze sul tema c'è la seguente: "Non ho sintomi, quindi non posso avere l'Aids ". Nel 2017 in Italia sono state segnalate 3443 nuove diagnosi di infezione da Hiv , pari a 5,7 nuovi casi per 100.000 residenti .

Share