F1, Montezemolo stuzzica Vettel: "Con Hamilton la Ferrari avrebbe vinto"

Share

Il concetto non è stato espresso da un qualunque fan della Formula 1, bensì dall'ex presidente della casa di Maranello, Luca Cordero di Montezemolo, che intervistato per il programma "La Politica nel Pallone" su GR Parlamento, ha parlato del Mondiale conclusosi il mese scorso ad Abu Dhabi.

Non che con questa affermazione Luca di Montezemolo abbia voluto criticare eccessivamente Vettel, il pilota del dopo Alonso che sarà già alla quinta stagione con la rossa il prossimo anno: "Non lo dico per sminuire Sebastian, ma Hamilton in questo campionato è stato veramente straordinario, ha fatto la migliore stagione della sua carriera". Un pilota che secondo Montezemolo può dare tanto alla scuderia del Cavallino rampante: "Vettel ha fatto degli errori decisivi per il Mondiale ma bisogna fare di tutto per tenerlo carico, è un pilota di primissimo ordine e sempre vicino alla squadra". Vive un momento di frustrazione e bisogna sostenerlo, a maggior ragione con l'arrivo di un ragazzo molto forte e con un gran futuro come Leclerc.

Ovviamente è valido il solito concetto per cui non si diventa scarsi alla guida da un giorno con l'altro e del resto lo dice ance Montezemolo in chiusura delle sue dichiarazioni: "Vettel ha tutte le capacità per potersi rifare, logicamente con una macchina competitiva".

UFFICIALE: Stroll pilota Force India al fianco di Perez
Lance ha solo vent'anni, ma ha già due anni di esperienza in Formula 1 in cui ha conquistato un podio e una partenza in prima fila .

Monta il caso Sebastian Vettel in Ferrari. "Bisogna tenere la squadra unita, si vince e si perde insieme". Hanno creato una buona auto, in alcune situazioni anche superiore alla Mercedes, ma è mancata la zampata finale", ha sottolineato non nascondendo una leggera acredine, evidentemente per come si è interrotto bruscamente e malamente il rapporto di lavoro. "Ha rincorso spesso il titolo nelle ultime quattro stagioni. "Ne parlavo con Todt, anche Schumacher all'inizio commetteva errori, l'importante è parlarsi in chiaro nello spogliatoio e di supportare la squadra in pubblico".

Non è mancato un pensiero per Michael Schumacher: "È un lottatore, voglio bene sia a lui che alla sua famiglia". Più personalmente, Montezemolo, 71 anni, ha escluso il suo ritorno in F1, dichiarando: "Da zero a cento, la possibilità è inferiore allo zero". Su Alonso: "È uno dei migliori, con un carattere non certo semplice".

"La Juve vincerà la Champions prima che la Ferrari rivinca il mondiale di Formula Uno". Il parere di Montezemolo è molto chiaro: il pilota britannico della Mercedes ha fatto la differenza nei momenti decisivi al contrario del teutonico.

Share