Modem libero, cosa cambia dal 2019

Share

Ma cosa cambierà effettivamente per gli utenti e che cos'è la delibera modem Libero?

Quanto all'assistenza, l'Agcom spiega che "i fornitori di accesso alla rete forniscono ai propri clienti, attraverso i canali di assistenza, informazioni per la corretta e semplificata attestazione delle funzionalità di connessione e configurazione degli apparati terminali". Mentre chi ha già un contratto attivo con un operatore dovrà attendere fino a gennaio 2019. Dal giorno 1 dicembre 2018 scatta la possibilità di un apparecchio libero per tutti gli utenti che sottoscrivono un nuovo contratto di accesso a internet. La stessa pagina di assistenza riassume anche tutti gli altri parametri da impostare per usare router di terze parti con ADSL e connettività FTTE, FTTC o FTTH.

Nelle offerte abbinate a terminale, laddove l'utente finale acquisti la proprietà del modem fornito dall'operatore, questi avrà diritto ad averlo "sbloccato" ove tecnicamente possibile: pertanto, alla cessazione dell'abbonamento, i fornitori dovranno consentire mediante aggiornamento software l'uso del terminale privo di blocchi operatore o di altri vincoli di natura tecnica che ne limitino l'uso su servizi di accesso a Internet offerti da altri operatori. Gli operatori potranno proporre il proprio solo in modo opzionale.

Ancora, i modem forniti dagli operatori sono spesso soggetti a limitazioni non presenti su modelli alternativi, o comunque hanno caratteristiche non ottimali rispetto ai competitor sul mercato che costano uguale se non addirittura meno.

Ascolti Tv Auditel: Fazio con Raffaella Carrà, Gianluca Vialli e Marco Mengoni
La storia è stata raccontata dall'ex calciatore nel suo libro "Goals: 98 storie + 1 per affrontare le sfide più difficili". Ancora grande musica con Marco Mengoni e il suo album uscito proprio venerdì 30, dal titolo Atlantico .

Se nel vecchio contratto, il modem era gratis, deve restare tale e comunque l'utente avere il diritto di usare un altro modem sulla stessa linea.

La delibera di Agcom è stata avversata in tribunale dai gestori di telefonia fissa: Tim ha chiesto la sospensione al tar del Lazio lo scorso settembre ma l'appello è stato rigettato a metà novembre, Fastweb e Wind hanno invece richiesto la totale sospensione della delibera ma la decisione del tribunale verrà presa con il prossimo anno, dopo la scadenza del termine fissato dall'autorità galante per adeguarsi alla direttiva europea (31 dicembre).

Il modem gratis, o meglio, in comodato d'uso gratuito, è quindi una soluzione che garantisce un'ottima esperienza di utilizzo da parte del cliente dei servizi del proprio provider senza dover spendere soldi per l'acquisto del dispositivo, a patto che il dispositivo venga restituito in caso di portabilità ad altra compagnia o disattivazione della linea. Tuttavia ha fatto sapere che "l'eventuale scelta di un prodotto diverso da quello fornito da Tim dovrà essere effettuata nel rispetto delle condizioni contrattuali applicabili all'offerta attivata".

Inoltre, i servizi di installazione, allacciamento, collaudo e manutenzione di apparecchiature terminali scelte autonomamente dall'utente saranno attività libere e potranno essere liberamente affidate dall'utente finale a soggetti terzi. Si dovrebbe garantire un maggior grado di autonomia e, presumibilmente, anche minor costi "nascosti".

Share