Più libri più liberi, torna l'editoria indipendente

Share

Oltre 650 incontri, 1.200 ospiti, 511 espositori, 650 appuntamenti e 1.200 autori, questi sono i numeri della diciassettesima edizione di Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria che si terrà a Roma dal 5 al 9 dicembre.

Per quanto riguarda gli editori, italiani e stranieri, provenienti da tutto il Paese come da tutto il mondo, ecco alcuni degli oltre 1200 nomi che presenteranno i propri lavori o che, accompagnando gli autori, si confronteranno sul tema "Per un nuovo umanesimo": Salvatore Silvano Nigro, Gianluigi Ricuperati, Fabio Stassi, Sandro Frizziero, Roberto Alajmo, Giulio Cavalli, Cesarina Minoli, Darwin Pastorin e Andrea Bozzo, Abraham Yehoshua, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Zerocalcare, Joe R. Lansdale, Patrice Nganang, Pinar Selek, Michael Dobbs, Paolo Giordano, Philippe Forest, Michela Murgia, Fabio Stassi, Luciano Canfora, Giorgio Agamben.

Promossa e organizzata dall'associazione Italiana Editori (AIE), la manifestazione sarà inaugurata il 5 dicembre alle ore 10.30 al Caffè letterario Rai, alla presenza del sottosegretario Vito Crimi; nel pomeriggio dello stesso giorno è prevista poi la partecipazione del ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, protagonista anche dell'incontro con Paolo Conti dedicato alla lettura.

Bimbo argentino scappa e va in braccio a Papa Francesco
Quando Gesù dice che dobbiamo comportarci come bambini, ci dice che dobbiamo avere la libertà che ha un bambino davanti a suo Padre.

Più Libri più Liberi è al Roma Convention Center - La Nuvola, in via Asia 40. Più libri più liberi prevede per quest'edizione un programma ricco di eventi, conferenze e presentazioni che saranno divise in tre aree tematiche. Giornalisti, ospiti e molti personaggi, magistrati, studiosi, politici.

E ancora attualità e politica con i direttori dei maggiori giornali italiani: Mario Calabresi, Virman Cusenza, Marco Damilano, Giovanni De Mauro, Luciano Fontana e Marco Travaglio. Cresce anche la loro quota di mercato nelle librerie, online e grande distribuzione (è al 39%, + 3,3% rispetto al 2016): tutti indicatori che confermano come la piccola e media editoria registri buoni andamenti nel suo complesso, pur avendo ancora troppe difficoltà ad accedere ai canali distributivi e a conquistare la giusta visibilità.

Tanto spazio, infine, alla letteratura per ragazzi, e un grande regalo per loro: il "Buono Libro" da 10 euro da spendere in fiera.

Share