Passa la linea Trump: al G20 di Buenos Aires "vince" il protezionismo

Share

Per il momento un'escalation della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, tanto temuta da far evocare un nuova guerra fredda, è scongiurata. E anche il presidente statunitense, Donald Trump, ha firmato il documento finale di 31 punti, pur mantenendo una posizione speciale sull'articolo 21 dedicato al clima, unica questione sulla quale permane una spaccatura. Da questo negoziato, Trump vuole principalmente due cose: l'aumento immediato degli acquisti dei prodotti Usa da parte della Cina, soprattutto nel campo agroalimentare, energetico, ed industriale, per riequilibrare la bilancia commerciale; e poi una serie di cambiamenti strutturali delle relazioni. La Casa Bianca ha parlato di un "importante consenso" fra i due leader e ha riferito che la tregua commerciale durerà 90 giorni. L'accordo prevede la tregua sulle aliquote dal 10 al 25% atteso dal gennaio 2019 sull'import di 200 mld di dollari di beni cinesi. Washington accusa la Cina di usare tattiche predatorie nella sua spinta tecnologica, tra cui rubare segreti commerciali e costringere le imprese americane a cedere la tecnologia in cambio dell'accesso al mercato cinese. "Il pianeta in cui viviamo non lo possediamo". E c'è da giurare che lunedì i mercati, già preoccupati da un rallentamento dell'economia globale, brinderanno.

Conte: "Buon compromesso sul commercio" - "E' stato raggiunto un buon compromesso - ha dichiarato il premier italiano Conte, rispondendo in merito al fatto che nel testo finale non ci sia cenno alla lotta al protezionismo".

Juventus, Bonucci: "Partita complessa, ora vogliamo il primo posto"
L'ex terzino della Juventus ha commentato una foto postata su Instagram da Paulo Dybala in compagnia di un sorridente Bonucci in vista della sfida di Champions League contro il Valencia .

I due paesi hanno anche fatto progressi nella regolamentazione del fentanyl, che è 50 volte più potente dell'eroina.

La segretaria stampa della Casa Bianca Sarah Sanders afferma che la decisione della Cina di etichettare il farmaco come sostanza controllata significa che "le persone che vendono Fentanyl negli Stati Uniti saranno soggette alla massima pena della Cina secondo la legge". Il simbolismo in vista della riunione di Xi è stato chiaro: l'amministrazione Trump ha cercato di trovare una causa comune con entrambe le nazioni nel contrastare l'egemonia regionale cinese.

Share