Deutsche Bank: perquisiti sei uffici per sospetto riciclaggio

Share

Tutta colpa della notizia, rilanciata in mattinata dalla stampa tedesca, delle perquisizioni effettuate in alcuni uffici della banca Germania nell'ambito di una inchiesta per presunto riciclaggio. L'indagine rientra nel quadro dell'inchiesta sui Panama Papers: si ipotizza infatti che la banca "abbia aiutato alcuni clienti a creare società off-shore nei paradisi fiscali" allo scopo, appunto, di riciclare denaro.

Sospettati almeno due dipendenti della banca.

Thomas Lohnes  Getty Images
Thomas Lohnes Getty Images

Gli inquirenti sospettano che la presunta cattiva condotta a Deutsche Bank si estenda anche a quest'anno. Solo nel 2016, una società legata alla banca con sede alle Isole Vergini, avrebbe gestito ben 900 clienti per un volume d'affari complessivo di 311 milioni di euro. Il sospetto e' pesante: riciclaggio di denaro sporco attraverso la creazione di societa' nei paradisi fiscali. La perquisizione è stata un'operazione che ha impegnato 170 tra funzionari della Procura, dell'Ufficio criminale federale (BKA), specialisti in reati finanziari e polizia e ha riguardato sei edifici in tre sedi, quelle Francoforte, Eschborn e Gross-Umstadt. L'istituto è stato contattato dal dipartimento di giustizia che si occupa delle indagini, ma non è il solo gruppo ad aver attirato l'interesse degli inquirenti americani:fra gli altri colossi nel mirino ci sono Bank of America e JP Morgan. La filiale estone della banca danese è indagata dal dipartimento di Giustizia, che la accusa di aver riciclato miliardi di dollari a favore di operatori russi impegnati in attività illecite. "Stiamo cooperando pienamente con le autorità". Nel 2015 la banca era stata investita dallo scandalo Libor, relativo alla manipolazione fraudolenta dei tassi di riferimento sui mutui immobiliari.

Circa due terzi del totale, ossia 150 miliardi di dollari, sarebbero passati dalla Deutsche Bank. Il risultato fu una fuga degli azionisti. Il titolo soffre in Borsa, cedendo fino a quasi il 5% del suo valore, poi ha recuperato nel corso della seduta.

Cristiano Ronaldo al Milan, Gattuso conferma: "C'è stata la possibilità"
Ieri pomeriggio ho saputo che è cambiato il regolamento. "Se l'ha detto Mirabelli". In questo momento, credetemi, ma sono io che non voglio pensare al mercato io.

Share