Bohemian Rhapsody: la recensione del biopic su Freddie Mercury

Share

Ed è grazie al casuale e fortunato incontro con una band studentesca dalla quale, coincidenza, il cantante si era appena ritirato, nel retro del locale, che tutto ha inizio.

Non che la cosa sia un male, ma ammetto candidamente che sulle prime il film mi aveva lasciato leggermente spiazzato, a tratti mi aveva quasi stuccato, anche se poi, ad una più attenta analisi, ho capito che quelle sensazioni erano provenute in buona parte dai miei preconcetti, quindi le ho accantonate e ripensandoci a freddo mi sono reso conto dell'effettiva bontà del progetto.

Sceneggiato da Peter Morgan, autore di "The Queen" e "Frost/Nixon - Il duello" e ripreso e modificata, in seconda battuta, da Anthony McCarten ("La teoria del tutto" e "L'ora più buia"), "Bohemian Rhapsody" ha avuto un passaggio di testimone anche nelle fasi di lavorazione dietro alla macchina da presa: ricordiamo, infatti, che Bryan Singer è stato licenziato a due settimane dalla fine delle riprese e sostituito da Dexter Fletcher (regista anche del film su sir Elton John "Rocketman"), che ha portato a termine il film e rimane formalmente accreditato per la regia del biopic.

Per la Giornata mondiale contro l'AIDS, sabato 1 dicembre in onda il nostro Best of Queen (ore 20) e il concerto tributo a Freddie Mercury (ore 21.10), artista deceduto proprio in seguito a complicazioni legate al virus dell'AIDS che aveva contratto.

Esce nelle sale Bohemian Rhapsody: il film che celebra ​Freddie Mercury

Ma l'anima profonda dei Queen e di Freddy Mercury rimane sempre celata, sistematicamente nascosta - se non accennata per sommi episodi - in favore del più coinvolgente racconto musicale che tutti (ma proprio tutti) non possono che condividere.

Rami Malek, attore americano classe '81 divenuto famoso per la sua magistrale interpretazione nella popolare Serie Televisiva Mr. Robot, veste i panni del frontman dei Queen, Freddie Mercury. E altrettanto incredibili sono gli attori che interpretano gli altri membri della band: Roger Taylor e Brian May, interpretati sullo schermo da Ben Hardy e Gwilym Lee, hanno partecipato alla realizzazione del film supervisionando le scene e fornendo consigli e dettagli. Scopriamo insieme come è nata l'idea della canzone nella nuova clip del film.

Lui e la band hanno fatto cadere ogni convenzione su ciò che la musica dovrebbe essere e su come gli esseri umani dovrebbero comportarsi in pubblico, è un rivoluzionario in quanto ha semplicemente rifiutato di essere segregato o emarginato in qualsiasi modo.

Amazon, spedizione gratuita per tutti fino al 5 dicembre (con un codice)
In occasione del Natale inoltre Amazon Italia ha anche deciso di estendere il periodo di reso . Nella pagina di ripilogo ordine seleziona l'opzione "Spedizione Standard".

Share