Lamborghini Urus ST-X Concept, il SUV da competizione da 650 CV

Share

Lo hanno appena ribadito con l'estrema one-off SC18 Alston ma ora vanno oltre con il primo SUV da competizione.

Il prototipo rappresenta la visione di una vettura concepita per un innovativo campionato monomarca, capace di unire pista e sterrato.

Le lacrime di Antonella Clerici per Fabrizio Frizzi: "Non lo dimenticherò mai"
La Clerici ha precisato che è stata una decisione difficile da prendere ma che al momento non farebbe un passo indietro. E' brava a scuola, pigra come la mamma e mangiona: "ha mangiato un pandoro da sola in un pomeriggio ".

Nessuno rimarrà deluso infatti dalla sorpresa che ha in mente la Squadra Corse della Casa, che ha deciso di presentare la Urus ST-X Concept in occasione delle premiazioni del Super Trofeo 2018, che avverrà durante le Finali Mondiali disputate a Vallelunga. Urus ST-X Concept è stata ridefinita nella meccanica e offre un nuova possibilità di vivere l'esperienza Lamborghini nel Motorsport: rollcage in acciaio, impianto di estinzione e serbatoio FT3 sono gli elementi di sicurezza omologati FIA che compongono la meccanica ottimizzata. L'inedito format debutterà nel 2020 in Europa e Middle East su circuiti omologati FIA e preparati appositamente, con una formula "arrive and drive", per offrire ai piloti-clienti un pacchetto completo comprensivo di auto e supporto tecnico durante i weekend di gara.

Anche l'occhio vuole la sua parte: sulla livrea verde Mantis si distingue il cofano in fibra di carbonio a vista con prese d'aria maggiorate, che favoriscono lo scambio termico del motore V8 biturbo in grado di erogare 650 CV e una coppia di 850 Nm. Complessivamente, indica Lamborghini, il peso di Urus GT-X Concept in "configurazione gara" risulta inferiore del 25% rispetto al modello di produzione che denuncia 2.199 kg. "L'alettone posteriore e gli scarichi laterali sono caratterizzati da un nuovo design esagonale mentre i cerchi ruota a dado singolo da 21" in lega di alluminio montano pneumatici Pirelli. La massa contenuta insieme all'assetto rialzato e all'irrigidimento torsionale grazie al rollcage integrato nel telaio, contribuiscono a il veicolo estremamente competitivo. Il primo modello del marchio di Sant'Agata Bolognese a montare un'unità ibrida plug-in sarà l'erede della Lamborghini Aventador; secondo quanto riferisce il sito Quattroruote, il debutto è previsto nel 2021.

Share