Argentina, localizzato il sottomarino scomparso un anno fa VIDEO

Share

La Marina argentina ha annunciato questa mattina il ritrovamento, in fondo all'Oceano Atlantico, del sottomarino ARA San Juan, scomparso un anno fa con 44 membri di equipaggio. All'equipaggio era stato ordinato di tornare in una base navale di Mar del Plata, sulla costa orientale del Paese. La Marina ha riferito che il ritrovamento è stato possibile grazie ad un sommergibile telecomandato dalla nave americana Ocean Infinity, recentemente noleggiata per cercare il sottomarino. Il relitto è stato scoperto a 800 metri di profondità al largo della penisola di Valdes, in Patagonia.

"Ora che abbiamo trovato il sottomarino dobbiamo individuare le cause dell'incidente ed eventuali responsabilità - ha detto il ministro della Difesa di Buenos Aires, Oscar Aguad - Il recuperò dipenderà dalla tecnologia esistente".

Nadia Toffa e il tumore: mostra i segni della chemioterapia su Instagram
Si meraviglia lei stessa di quello che riesce a fare il corpo umano nel reagire ad una situazione anche poco piacevole. Dalla scoperta del cancro sono passati diversi mesi e Nadia sembra portare avanti con forza la sua battaglia.

Qualche giorno dopo la scomparsa, infatti, la Marina ha dichiarato che il sottomarino aveva segnalato problemi alle batterie.

Le prime informazioni indicano che il relitto "ha la prua schiacciata ma è abbastanza intatto".I media argentini indicano che il sommergibile è stato localizzato nello stesso luogo dove un anno fa era stata segnalata da organismi internazionali - che hanno nell'oceano strumenti di controllo di esplosioni nucleari - una "anomalia idroacustica", termine ampio che riguarda varie possibilità, da rumori biologici fino a un'esplosione. Venne poi confermata un esplosione a bordo, probabilmente connessa al guasto segnalato. Il 15 novembre, nell'anniversario della scomparsa, era stata organizzata dai familiari una commemorazione delle vittimei. Alla cerimonia hanno preso parte tutte le alte cariche della Marina argentina e il presidente Macrì.

Share