Irlanda, scoppia la "protesta dei tanga" dopo lʼassoluzione di uno stupratore

Share

Al motto di #ThisIsNotConsent e tramite il gruppo Facebook chiamato Donne d'Irlanda hanno iniziato a pubblicare centinaia di foto della propria biancheria, allo scopo di dimostrare che portare un perizoma di pizzo non è così scandaloso come affermato in tribunale.

Il tanga è poi diventato ora il simbolo di una protesta che ha preso piede nel paese, in strada e sui social.

A rendere la vicenda ancora più dolorosa è che l'avvocato che è riuscita a far scagionare lo stupratore è proprio una donna: Elizabeth O'Connell, infatti, durante il processo ha mostrato gli slip che la vittima portava al momento della violenza invitando tutti a guardare "il modo in cui era vestita, indossava un perizoma con la parte anteriore in pizzo". Una polemica che ha coinvolto anche una parlamentare irlandese, la quale in Parlamento ha sventolato un tanga in pizzo per denunciare e stigmatizzare l'ormai assurda "abitudine di colpevolizzare le vittime".

Bufera per la sentenza. Nel processo la difesa ha sostenuto che la giovane se l'era cercata perché indossava quell'indumento.

Ennio Fantastichini ricoverato, è in rianimazione per una polmonite
Come fa sapere Leggo , comunque, l'attore in rianimazione non sarebbe intubato e respirerebbe autonomamente. E stato premio ciak d'oro nel 1991, nastro d'argento e ha ricevuto nello stesso anno il premio Felix .

L'obiettivo è ribadire che, in casi di molestie o abusi, l'abbigliamento delle donne non può essere interpretato come segnale di consenso. L'assoluzione del 27enne accusato di stupro risale al 6 novembre.

Il Centro di Dublino contro le violenze sulle donne non è entrata nel merito della sentenza, ma ha chiesto però una riforma del sistema giuridico in cui, a suo dire, vengono spesso usati questo tipo di pregiudizi contro le donne. Ovviamente anche i social, sullo sfondo della crescente attenzione mediatica, hanno aspramente criticato quanto accaduto in tribunale.

La protesta è arrivata fino al Parlamento irlandese con la deputata Ruth Coppinger, che ha mostrato lei stessa un tanga di pizzo durante una seduta, per poi domandare ai colleghi: "Perché non è stato fatto ancora nulla per fermare i soliti stereotipi sugli stupri durante i processi?" Come a Cork dove oltre 200 persone hanno marciato fino al tribunale, appoggiando le mutandine sulla scalinata dell'edificio e accompagnando la protesta con diversi slogan.

Share