Di Maio contro Salvini: "Terra dei Fuochi? Prima di parlare bisogna sapere"

Share

Matteo Salvini si riferisce agli inceneritori, e oggi in visita a Napoli ha acceso la miccia per l'ultima polemica nel governo pochi minuti dopo l'approvazione del decreto Genova. La prova plastica di ricucitura sarà lunedì a Caserta, quando in prefettura firmerà il protocollo d'intesa per un'azione urgente nella Terra dei fuochi con ben quattro ministri M5S: Sergio Costa (Ambiente), Alfonso Bonafede (Giustizia), Elisabetta Trenta (Difesa) e Barbara Lezzi (Sud). Penso a tutti quei sindaci e alla stessa regione Campania che ha sempre detto no, no, no e i rifiuti cosa facciamo? "C'è incapacità, ma lo dico per essere ottimista, perché in realtà credo che non si sia fatto niente per interessi". Di Maio ha replicato su Facebook senza mai citare Salvini: "Quando si viene in Campania e si parla di terra dei fuochi si dovrebbero tener presenti la storia e le difficoltà di questo popolo. Nel contratto di governo si parla di soluzione al problema dei rifiuti: o spariscono o evaporano o li mangiamo o li valorizziamo o li inceneriamo o li mettiamo in discarica". Li facciamo gestire dalla camorra? "Sui rifiuti si è fatta tantissima ricerca e noi dobbiamo partire da lì, da una visione virtuosa dell'ambiente che possa finalmente apportare del benessere alla salute dei cittadini". "A me dispiace - dice - che Salvini abbia deciso di lanciarsi in questa polemica e di creare tensioni nel governo". In Lombardia ci sono 13 termovalorizzatori, in Campania uno. Il rischio sanitario è in Campania, quindi il contratto l'ho scritto, letto e riletto. Se nella Capitale ha gioco facile a brandire l'arma della sicurezza, nel capoluogo campano sposta l'asse anche sul fronte rifiuti. Vallo a spiegare ai bambini che respirano merda. "Stiamo lavorando - ha aggiunto - ogni giorno per portare l'Italia, e non solo la Terra dei Fuochi, fuori dall'ormai cronico ritardo nella gestione del ciclo dei rifiuti. Chi non è in sintonia con queste direttrici vive in un'epoca passata".

Rocco Siffredi in ospedale: l’attore è stato operato
Rocco Siffredi è diventato un personaggio iconico per via del suo passato come attore hard e per le dimensioni del pene. Ecco cosa ha dichiarato l'attore hard: "Ho subito molestie da parte di uomini". "Ragazzi, mi hanno operato al c****.

Fico aggiunge: "Ve lo assicuro, non si farà neanche un inceneritore in più ma molti più impianti di compostaggio per la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, più differenziata e più impianti di trattamento meccanico manuale dove si ricicla il tutto". E' quanto si legge in una nota dei parlamentari del Movimento 5 Stelle della Commissione Ambiente della Camera con la capogruppo Ilaria Fontana. "Le parole di Salvini sono uno schiaffo per Napoli e per la Campania". Il sindaco ha inoltre sottolineato che "di quell'emergenza rifiuti il Comune di Napoli paga anche la calamità finanziaria perché il debito del Comune è così alto anche a causa di quell'emergenza".

Share