Marsiglia, continuano le ricerche. Il papa’ di Simona: ancora nessuna notizia

Share

Christophe Ignacio, uno dei due muratori intervenuti nell'ultimo sopralluogo che risale a metà ottobre ha dichiarato che "un muro portante era già mezzo crollato, in pratica il palazzo si reggeva su tre zampe". Conosceva perfettamente il francese e parlava l'arabo, era una ragazza aperta alle altre culture. "I muri si spostavano, entrava l'acqua, tutti pensavamo che sarebbe venuto giù tutto".

"Anche Simona voleva imperativamente lasciare" quella palazzina: è quanto scrive il sito internet del quotidiano locale La Provence, che cita un testimone che dice di aver passato una serata con la ragazza tarantina appena tre giorni fa. "Non riuscivo quasi più ad aprire la porta, ho avuto paura di ritrovarmi prigioniera". Aveva trovato una sistemazione al terzo piano del numero 65 di rue d'Aubagne. Al momento i soccorritori hanno estratto dalle macerie il corpo senza vita di un uomo, ma non si sa ancora con certezza quanti altri siano intrappolati. Sarebbero invece riuscite a salvarsi le due passanti viste ieri nelle immagini della videosorveglianza subito dopo prima della catastrofe. Dopo essersi diplomata alla scuola "Aristosseno", si è laureata in lingue all'università del Salento e successivamente ha deciso di vivere per un periodo a Parigi, dove ha conseguito un master, una seconda laurea e aveva trovato occupazione come interprete.

Barbara D'Urso senza freni: "Non capisco affatto certi gesti"
Infatti, Barbara D'Urso rivela che c'è dell'altro: "È ormai noto Mara metta like proprio a certi miei odiatori". Si attende da parte della signora di Domenica In , una eventuale replica in merito a questi famosi likes.

Il padre di Simona ancora non ha confermato la notizia: "Attualmente non abbiamo nessuna notizia ufficiale e siamo ben supportati dal nostro consolato". "Perché il sorriso di Simona - spiegano i suoi amici, a Taranto - è quello che ti rimane dentro".

Share