MONCHI, Che rabbia quel rigore: vogliamo rispetto

Share

Ogni volta che guardo l'episodio mi arrabbio. "Se dobbiamo parlare, parliamo ma non è la strada giusta - conclude Monchi -". Il ds della Roma Monchi, intervistato da Sky, non ci sta dopo il rigore assegnato alla Fiorentina. "La Roma è la squadra che parla di meno, anche la settimana scorsa a Napoli c'era un rigore per noi". "Dispiace perché la Roma meritava di più rispetto al pareggio finale". Il rigore si poteva dare e non dare, gli arbitri fanno il loro mestiere ed accettiamo le decisioni, come abbiamo sempre fatto.

Cina: riapre commercio 'prodotti' tigri
I mandati governativi registrano chiaramente l'inventario attuale dei prodotti e quelli delle singole collezioni. Sarà necessaria un'autorizzazione speciale per l'uso di questi prodotti, secondo la circolare.

"Non è la prima volta che si è protagonisti con noi, ricordo il rigore non fischiato a Perotti contro l'Inter - ha aggiunto il dirigente spagnolo - Rimane un po' di amarezza, nessuno lo fa apposta, ma mi domando perché la Roma deve sempre stare zitta?" Secondo Monchi, "bisogna vederlo, dobbiamo riflettere". Chi sta seduto in una stanza deve invitare l'arbitro ad andare a vedere. Però anche l'anno scorso avevamo avuto un'occasione in cui potevamo essere favoriti dal Var come oggi. C'è il Var che agevola il lavoro agli arbitri quando ci sono situazioni del genere e andrebbe utilizzato maggiormente. Sul 2-0 la partita sarebbe andata in altra direzione, ma non rimprovero nulla ai miei, siamo stati generosi e abbiamo tenuto testa alla Roma. Chiediamo giustizia. Io sono un difensore ad oltranza del Var e credo che protegga tutti. Almeno il Var deve richiamare l'arbitro per far rivedere l'episodio del rigore. "Non dimentichiamoci che siamo in tanti a lavorare per questa squadra e per questi tifosi".

Share