Serie A, Allegri: "Juventus, dobbiamo vincere la Champions League"

Share

Noi non possiamo permetterci di lasciare punti per strada perché Inter e Napoli sono dietro - ha ammesso Allegri in conferenza stampa -.

RONALDO - "Se sia un giocatore imprescindibile?" Domani arriva il Cagliari, che è la squadra che corre di più, ha tecnica e un attaccante come Pavoletti che è tra i più forti in area di rigore e nel gioco aereo. Pjanic e Matuidi giocano. Il terzo devo sceglierlo tra Bentancur e Cuadrado, devo valutare le condizioni di Khedira. "E in questa minore percentuale ci sono i gol che mancano su palla inattiva e domani dobbiamo fare gol così". Khedira e Mandzukic sono di nuovo in gruppo. "Da lontano è più facile che tiri Ronaldo, da più vicino Dybala e Pjanic sono molto più pericolosi". L'Inter sta facendo un grande campionato, mentre la differenza con il Napoli la sta facendo lo scontro diretto.

"Innanzitutto cercare di non prendere gol. Abbiamo l'ambizione di vincere la Champions, ma non è scontato così come il campionato". Io l'anno scorso quando il Real era a 20 punti dal Barcellona dissi che la favorita per la Champions sarebbero stati loro. Federico ha fatto passi da gigante, se nell'ultimo periodo ha giocato meno è perché si è portato dietro un problema subito in Nazionale. "A parte il gol di Bonucci, non ne abbiamo fatto e dobbiamo tornare a farne... abbiamo un deficit su punizioni, calci d'angolo e punizioni laterali".

SU PRIVILEGI O PRESSIONI - "Non mi sento l'allenatore più privilegiato del mondo, ma so che ho la fortuna di allenare in una delle società più importanti d'Europa". "Quest'anno la candidata numero uno a vincerla è il Barcellona". Perché con 30 gol subiti il campionato non lo vinci. Perché? Perchè basta vedere le partite e non guardarle. Noi siamo tra le prime quattro, però ci vuole calma.

Pensione quota 100, Di Maio: decreto legge a Natale
Nella diretta Facebook , Di Maio torna inoltre sul taglio ai trasferimenti alle regioni che non abbasseranno i vitalizi. Di Maio torna anche sul tema dei vitalizi e sulla misura prevista dalla legge di Bilancio .

Il tecnico bianconero ha parlato in occasione dell'evento organizzato a Milano all'Adidas Store in corso Vittorio Emanuele II: "Per migliorare non ci resta che vincere la Champions League". "Non dobbiamo abbassare la velocità di passaggio soprattutto contro squadre che giocano in verticale come Empoli e Cagliari". "Il Psg lo guardo, sarà uno dei protagonisti in Champions".

Pogba. "E' un giocatore del Manchester United e purtroppo mercoledì dobbiamo incontrarlo".

"Parlare di lui e di tutti quelli che sono giocatori di altre squadre non serve a niente". Che, pensando al francese che in Inghilterra non sembra proprio felice, aggiunge: "È un grandissimo giocatore, che ha ancora molti margini di miglioramento". La standing ovation per lui? I tifosi devono farla ai nostri non agli altri.

Share