Aumenta la disoccupazione giovanile: i dati ISTAT

Share

Lo rileva l'Istat sottolineando che gli occupati sono 23.308.000. Male anche il dato sui giovani: la disoccupazione giovanile risale al 31,6%, in aumento di due decimi di punto rispetto al mese precedente. Sulla vicenda si è espressa la democratica Maria Elena Boschi, che attraverso Twitter ha scritto ironica: "Primi effetti del decreto dignità, eravamo scesi sotto il 10% e oggi invece la disoccupazione torna a salire".

In base ai dati provvisori, da via Cesare Balbo viene evidenziato che dopo due mesi di diminuzione, a settembre 2018 torna a crescere la stima delle persone in cerca di occupazione (+3,2%, pari a +81 mila unità). A settembre il calo si è concentrato nei dipendenti permanenti (-77.000 unità) mentre aumentano gli occupati a termine (+27.000) e gli indipendenti (+16.000). Il tasso di disoccupazione sale quindi al 10,1% (+0,3 punti percentuali su base mensile). Nella stessa fascia di età, lavorano 1.019.000 persone (+6.000 su agosto) mentre i disoccupati sono 470.000. Gli occupati, però, crescono solo tra i lavoratori dipendenti con contratto a termine (+3,2%, +98mila), mentre calano sia i dipendenti con un contratto come permanente (-85mila) sia gli indipendenti (-23mila).

L'aumento della disoccupazione - spiega l'Istat - si distribuisce in modo omogeneo tra tutte le componenti di genere e tutte le classi di età. "Il tasso di inattività scende al 34,5% (-0,1 punti percentuali)".

Red Dead Redemption 2 potrebbe esistere anche per PC
Forse per l'Xbox One . "Mi aspetto che venda 15 milioni di copie come minimo, possibilmente 17 milioni entro la fine di dicembre". Nelle ultime ore comunque sono iniziate a trapelare sul web alcune informazioni proprio riguardo alla versione del gioco per PC.

Dopo l'aumento di agosto, torna a calare a settembre il numero degli occupati: meno 34 mila su base mensile, corrispondente a un calo dello 0,1%. "L'andamento discontinuo dell'occupazione negli ultimi mesi determina nel terzo trimestre una sostanziale stabilità rispetto al trimestre precedente", prosegue l'ìIstituto di statistica: "Tale stabilità è sintesi di un aumento tra gli uomini e un calo tra le donne".

Infine, per quanto riguarda la disoccupazione giovanile, la percentuale nell'Ue è stata, a settembre, del 14,9 percento, in calo rispetto allo stesso periodo del 2017 (16,5 percento), mentre tra gli Stati dell'eurozona è pari al 16,8 percento rispetto al 18,3 dello stesso periodo del 2017. Lo rileva l'Istat nella nota su occupati e disoccupati. In calo invece l'occupazione dei 35-49enni (-154 mila).

Share